Coronavirus, la palestra diventa virtuale: l'allenamento è gratuito, il coach online

Con l'hashtag #iorestoacasa ma mi alleno” il gruppo di FreeFitnessBologna propone dei corsi online: "I nostri coach sono sempre più preparati e le lezioni sono completamente gratuiti. Nella prima diretta abbiamo raggiunto quasi 14 mila persone"

La lezione di Riccardo Buono

L'emergenza sanitaria Coronavirus che ci obbliga a stare in casa il più possibile come da disposizioni del Governo fa sentire ai più sportivi la mancanza della palestra, dell'allenamento al parco, della corsa mattutina. Ma ci sono delle ottime alternative per continuare (o iniziare?) a praticare uno stile di vita sano che includa un po' di movimento, meglio se quotidiano. Certo, insieme è meglio, anche se in questo caso insieme significa online, come una classe in palestra. Puntuali. Con il vantaggio di poter riguradare la lezione e ripeterla. 

"Prima dello scoppio dell’emergenza da Coronavirus gli appuntamenti erano quattro a settimana, tutti ai Giardini Margherita - spiegano i ragazzi di FreeFitnessBologna, che dal 2018 propongono iniziative gratuite legate al movimento - e in questo delicato anche noi vogliamo fare la nostra parte attraverso dei corsi online gratuiti" 

Ecco come funziona una lezione di fitness in salotto - VIDEO

Un'intervista ai responsabili di FreeFitnessBologna serve a chiarire come funziona questo allenamento da fare comodamente a casa. 

L'Italia è chiusa per fronteggiare il Coronavirus e voi proponete una soluzione smart per proseguire uno stile di vita sano e in movimento anche a casa: di che si tratta?

"L'Italia è chiusa per una grave emergenza e noi vogliamo fare la nostra parte. Piccola chiaramente, soprattutto a fronte del sacrificio di dottori, ricercatori e operatori sanitari che in queste ore si stanno prodigando per risolvere questa brutta situazione. 

Vogliamo fare la nostra parte, per questo abbiamo lanciato la campagna “#iorestoacasa ma mi alleno”, invogliando le persone a mantenere uno stile di vita sano, allenandosi da casa, grazie ai nostri corsi in diretta live su facebook. Corsi completamente gratuiti. 

Due anni fa a Bologna abbiamo avuto un'idea senza precedenti: offrire allenamenti a costo zero al motto de “il benessere non ha prezzo” per chiunque voglia unirsi. Oggi la realtà del FreeFitness è cresciuta in maniera esponenziale: da una manciata di “veterani” che si incontravano 2 volte a settimana ai Giardini Margherita per fare allenamenti funzionali molto elementari, in due anni il popolo del FreeFitness può contare su decine di persone che con la caratteristica maglietta giallo fluo si incontrano sì a Bologna con un minimo di 4 allenamenti a settimana, ma anche a Napoli e Barcellona dove di giorno in giorno aumenta il seguito di questa iniziativa". 

I nostri coach sono sempre più preparati e cercano di strutturare gli allenamenti in maniera sempre più attiva e coinvolgente.

Sembrava quindi scontato, in un momento così drammatico, unire le forze e trasmettere online tenendo davanti al cellulare, al computer o alla tv tutte le centinaia di persone che fanno parte della famiglia del FreeFitness facendole allenare da casa".

Le lezioni online hanno un costo? Come si guarda, scaricano, seguono online?

"I tutorial sono completamente gratuiti, come lo sono i nostri allenamenti tutto l'anno. I nostri coach sono pagati dal nostro sponsor Enecta. Più che di tutorial si tratta di veri e propri allenamenti guidati.  Esattamente come avveniva all'aperto fino a ieri, il nostro coach esegue gli esercizi per mostrare il giusto modo di praticarli e si allenano con noi. L' esercizio fisico si può fare ovunque e con qualsiasi mezzo a disposizione. I tutorial sono fruibili online, su Facebook, basta connettersi alla pagina FreeFitnessBologna. Magari metteteci un like alla fine, o lasciate un commento".

E' possibile realmente sostituire l'attività in palestra con l'esercizio a casa? Quali sono le regole per farlo nel migliore dei modi?

"Tra allenarsi a casa o in palestra preferiamo allenarci all'aria aperta. Nei periodi “normali” è la nostra filosofia. Facciamo di necessità virtù adesso, per questo pensiamo che dobbiamo continuare, non dobbiamo fermarci. Anche da casa. Si può fare. Adattarsi a queste condizioni, e farlo allenandosi e mantenersi in forma è un messaggio positivo che vogliamo trasmettere".

A che target vi rivolgete? Persone molto allenate, principianti, sportivi...

"Nei nostri appuntamenti all'aperto il target è molto ampio, essendo esercizi a corpo libero è il corpo di ognuno che segna l’obiettivo da raggiungere e il limite da rispettare. È un errore pensare di allenarsi per diventare come qualcun altro. L'obiettivo di un allenamento funzionale e l'impostazione del FreeFitness è diventare ciascuno la versione migliore e più allenata di se stesso. È un obiettivo semplice, ma ambizioso allo stesso tempo che solo con la costanza permette di vedere bellissimi risultati che produce. 

Con questi tutorial online invece ci rivolgiamo a tutti, l'online supera ogni tipo di barriera e potrebbe partecipare all'allenamento anche un ragazzo dal Perù. Magari avrà qualche problema con la lingua. Ci rivolgiamo a chi di solito si allena ed è alla ricerca di un'alternativa, ci rivolgiamo a chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo del fitness e soprattutto ci rivolgiamo a chi si vuole distrarre un po' in questi momenti di tensione e ansia. Staccare per un'ora, facendo attività fisica è un'ottima soluzione per scaricare lo stress accumulato. E stare in compagnia (virtuale) di  moltissime persone. Martedì, nella prima diretta abbiamo raggiunto quasi 14mila persone".

La vostra attività a Bologna: quali sono le proposte che normalmente proponete alla cittadinanza?

"La nostra attività è nata a Bologna il 21 gennaio 2018. Enecta, il nostro sponsor Enecta, che produce estratti di canapa, ha sede a Bologna, ed è molto sensibile a temi come la salute, l'ambiente e la solidarietà. Il sostegno dell'azienda, più qualche piccola vendita derivata dal merchandising (le nostre maglie fluo) permette il sostentamento delle nostre iniziative. Riusciamo a proporre allenamenti seri con allenatori professionisti. 

Da maggio del 2019 esistono altri due progetti di Free Fitness a Napoli e Barcellona. A Barcellona stanno continuando con la normalità, Bologna e Napoli condivideranno la diretta. Prima dello scoppio dell’emergenza da coronavirus gli appuntamenti erano 4 ogni settimana: lunedì dalle 18.30 alle 19.30 lezione di Power Training con Gloria, dalle 19.30 alle 20.30 Yoga con Daniela. Martedì e giovedì poi, ai Giardini Margherita, dalle 19.00 alle 20.00 con Emanuele allenamento funzionale.

Una domenica al mese camminata sportiva sotto i portici fino a San Luca.

Il FreeFitness però non è solo sport. Il motto de “il benessere non ha prezzo” è preso molto sul serio da chi si occupa di organizzare le attività di questa bella famiglia. Quindi sono frequenti le iniziative che guardano al sociale come raccolta abiti usati da devolvere ai meno fortunati, distribuzione di pasti ai senza tetto ovvero il giro del sorriso con gli amici di Ansabbio nei reparti di ortopedia pediatrica e chemioterapia dell’ospedale Rizzoli. Quello che stiamo facendo non è né più né meno di quello che abbiamo sempre fatto con sorriso e passione.

Il FreeFitness è una famiglia e come in tutte le famiglie ci si sostiene nei momenti più duri. Ne usciremo più forti e più allenati di prima da questa situazione di emergenza. Sosteniamo il messaggio che è importante rimanere a casa per il benessere di tutti che, non ci stancheremo di dire, “non ha prezzo”!"

Una lezionie di SQUAT - il VIDEO 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento