Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Lafram in quarantena volontaria: "Ramadan in casa, niente visite" | VIDEO

L'appello video del presidente della Comunità islamica: "Moschee e centri chiusi, supereremo questo momento tutti insieme"

 

Yassine Lafram, presidente dell'Unione delle comunità islamiche italiane, nonché di quella bolognese, in un video su Facebook annuncia di aver avuto qualche sintomo della Covid-19 a inizio settimana: "Sono in quarantena volontaria per precauzione, ma sto bene, vorrei rassicurare tutti quelli che mi stanno contattando".

"La pandemia non è ancora finita – prosegue Lafram – solo tutti insieme possiamo superare questo momento", dice, prima di rivolgersi direttamente alle comunità islamiche in vista dell'inizio del mese di Ramadan: "Mi raccomando: moschee e sale di preghiera chiuse, così come le attività sospese: questo sarà un Ramadan rigorosamente in casa, niente visite o scambio di doni".

Bologna esempio per sepoltura musulmani

Se a livello nazionale si registra "un problema grossissimo" rispetto ai riti funebri islamici nell'emergenza coronavirus, la città di Bologna rappresenta invece una "buona pratica" che fa da esempio. Lo dice Lafram durante una commissione a Palazzo D'Accursio.

A livello nazionale, secondo il censimento dell'Ucoii, solo una cinquantina di cimiteri hanno spazi dedicati ai musulmani. E spesso i regolamenti comunali sono "molto restrittivi", sottolinea Lafram, perché ad esempio può essere seppellito solo chi è residente in quella specifica città. Mentre Bologna già da tempo "ha risposto molto bene"; il campo dedicato nel cimitero di Borgo Panigale è disponibile per chi ha la residenza nell'area metropolitana, per chi è nato sotto le Due torri (anche se poi si è trasferito) e per chi è deceduto a Bologna mentre era solo di passaggio.

Per quanto riguarda poi la situazione attuale, "ci sono Comuni che vietano le cerimonie anche per poche persone", segnala Lafram, pur essendo quello islamico un rito "molto semplice che potrebbe durare anche cinque minuti": si tratta di accompagnare il defunto nel campo e fare un momento di preghiera. Di nuovo, a Bologna "non abbiamo riscontrato problemi particolari, siamo riusciti ad accompagnare i defunti in questa ultima fase di passaggio", riferisce Lafram.

Coronavirus, Ausl: "26 deceduti nella casa di riposo, 7 tamponi positivi"

Coronavirus, Emilia-Romagna a sportivi: "Ancora 10 giorni di pazienza, a maggio sport all'aperto"

Coronavirus, turismo e commercio: "Aperture per mercati agricoli, le disco saranno le ultime"

Coronavirus, bar e ristoranti: "Riapertura? Sarà come un lungo agosto"

Coronavirus e fase due cultura, Felicori: "L'estate? Garantire distanze, ma anche sostenibilità economica"

Coronavirus, a San Lazzaro la "danza della resistenza al Covid" | VIDEO

Coronavirus e mente, la psicologa: "Tanti disturbi del sonno, attenti alla gestione del tempo"

Oltre l'emergenza: il sindaco nomina esperti per "ripensare Bologna" 

Fase 2, ripartenza imprese: la proposta della Regione al Governo

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Coronavirus, ecco il piano della Regione per le residenze anziani e contagi domestici

Coronavirus, i sindacati: "No ai supermercati aperti di domenica anche dopo il 3 maggio"

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento