menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19 e sicurezza nelle residenze per anziani e disabili: "Test sierologici a 300 operatori"

Bologna parte per prima, il presidente della cooperativa sociale Società Dolce: "Possono essere causa involontaria d’infezione per i più fragili"

È nelle residenze per anziani e per disabili che si sta imponendo l’emergenza e dove chi arriva dall’esterno (familiare o operatore che sia) può essere causa involontaria d’infezione per i più fragili e a sua volta a rischio di contagio. Mentre le famiglie hanno accettato le restrizioni di accesso alle residenze, lo stesso non può essere chiesto agli operatori, ma resta la necessità di tutelare ospiti e lavoratori. E parte da Bologna lo screening su base volontaria della cooperativa sociale Società Dolce, sul personale impegnato nelle strutture socioassistenziali, per raggiungere poi altre regioni dove sono gestiti analoghi servizi.

“La nostra credo sia la prima iniziativa di questo tipo finanziata interamente dal privato - spiega Pietro Segata, presidente della cooperativa – con lo scopo di fare prevenzione e vedere se e quanto il Coronavirus è entrato nelle nostre strutture. Una scelta doverosa verso chi si affida alle nostre cure e chi per loro lavora”. L’unità mobile di Medoc, centro di medicina del lavoro, è parcheggiata accanto alla sede della cooperativa e i sanitari accolgono gli operatori uno alla volta, mentre all’esterno si aspetta, rispettando le distanze.

Coronavirus e disabili: "Non lasciamo soli nè loro nè i genitori" 

I circa 300 test sierologici individueranno la presenza e il tipo di anticorpi e l’eventuale positività al Covid-19, attestando se l’operatore è venuto a contatto col virus, se è malato, o è diventato immune. I casi positivi, attraverso il proprio medico, effettueranno la controprova col tampone orofaringeo. “L’iniziativa si aggiunge alle azioni già messe in campo contro il coronavirus – conclude Segata – come, ad esempio, la fornitura di presidi di protezione idonei a prevenire il contagio, l’aumento della frequenza della sanificazione degli spazi, la chiusura dei servizi ai visitatori”.
 

Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 8 aprile: altri 54 decessi. "Cordoglio per morte operatrice di una residenza anziani, aveva 36 anni"

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 8 aprile: i dati comune per comune

Mascherine gratis ai cittadini, c'è chi parte con la consegna porta a porta

Coronavirus, il Comune di Bologna eroga i primi buoni spesa, ecco dove si possono utilizzare

Coronavirus, 320 milioni per l'emergenza: "Bonus di 1000 euro a tutti i sanitari"

Coronavirus, a Bologna e provincia più controlli per Pasqua: "Anche con elicotteri"

Coronavirus, dalla Regione bando per medici e infermieri all'estero

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento