Ordinanza Coronavirus, svuota le scuole ma riempie i parchi: "Più tempo per stare con i figli"

Mamme e papà al parco, si parla del disagio per la chiusura delle scuole, ma molti la prendono bene: "Non siamo preoccupati, ci siamo organizzati con nonni e baby-sitter"

Le scuole sono chiuse e lo stop forzato deciso dalla Regione Emilia-Romagna per far fronte alla diffusione del Coronavirus (le scuole restano chiuse anche la prossima settimana? Ecco cosa dice Venturi) non è per tutti un disagio poi così grande. I parchi cittadini in questi giorni, anche grazie a giornate tiepide e assolate, sono pieni di bambini accompagnati da nonni e genitori, mentre sono tantissimi anche i ragazzi che si danno appuntamento all'aria aperta per un ripasso, in attesa di tornare sui banchi e alle verifiche slittate di qualche giorno. 

"Ci siamo dovuti organizzare per badare ai bambini, ma questa settimana è come se fosse sempre domenica - a parlare la mamma di una bimba di cinque anni nella zona giochi dei Giardini Margherita - è vero che c'è preoccupazione generale, ma il lato positivo di tutto questo è che sto trascorrendo più tempo con mia figlia giocando sotto il sole. Lei è ancora piccola e non capisce molto, non fa domande: si accontenta di sapere che la scuola è chiusa ed è felice di poter giocare insieme". 

Come spiegare ai nostri figli il Coronavirus: lo spiega la psicologa 

Mario, il titolare delle giostrine dei Giardini Margherita: "Mio padre era qui già sessant'anni fa e ne abbiamo viste tante in tutto questo tempo. Siamo sopravvisuti a Cernobyl, figuriamoci se ci spaventiamo per questo virus. Qui non se ne parla, siamo tutti tranquilli e i bambini fanno i loro giri spensierati, come sempre. C'è più gente, è vero, ma è vero anche che un febbraio con queste temperature in generale stimola a stare fuori e venire al parco. Il disinfettante che vedete qui sul bancone? - e Mario indica un dispendes di Amuchina vicino alla cassa - C'è sempre stato, ma adesso lo notate per via del Coronavirus". 

In generale quindi l'atmosfera è piuttosto tranquilla e ci si chiede se anche la prossima settimana le scuole saranno chiuse: "Se così fosse noi ci adegueremo e rispetteremo l'ordinanza perchè sappiamo che si decide per la sicurezza di tutti. E poi io per precauzione ho già chiesto a mia mamma di venire a fare la baby-sitter al suo nipotino - spiega un giovane papà che non perde d'occhio il figlioletto impegnato sui giochi - e l'ho fatto nonostante lei sia di Piacenza". L'affermazione viene accolta con delle battute e dei riferimenti a possibili contagi, ma tutti i genitori scherzano. 

"Alcune attività come il noleggio dei mini go-kart a pedali sono aperti anche la mattina, mentre di solito lo sono solo nel pomeriggio - spiega una nonna a passeggio con il nipotino  - il parco è decisamente più vivace del solito e, come spesso accade, siamo noi nonni a mettere una toppa all'emergenza scuola chiusa. Siamo felici di aiutare i nostri figli, ma avremmo bisogno di riposarci anche noi. Intanto però ci godiamo queste giornate di sole e giochi, ma senza preoccupazione per il contagio, anche se la stampa a volte ci spaventa un po'". 

E ai Giardini Margherita in questi giorni si vedono anche tanti studenti delle superiori, come un ragazzo e una ragazza, ripettivamente del Pacinotti e del Galvani, che sono venuti a studiare su un prato: "Siamo tutti contenti per la chiusura delle scuole, per nulla spaventati dal virus. Nel frattempo ci hanno dato dei compiti da fare a casa e studiamo per le verifiche che nel frattempo sono state rimandate". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento