Coronavirus, invito a lasciare gli studentati: "Struttura collettiva fonte di pericolo"

Alcuni studenti non hanno apprezzato. La direttrice Er.Go: "Scarsa problematizzazione sulle residenze di questo tipo, abbiamo gli studentati pieni"

Foto Er.Go

Alcuni studenti non hanno apprezzato, definendola persino dal contenuto "folle", la lettera di Patrizia Mondin, direttrice degli studentati Er-Go, che a Bologna sono una ventina, tra città e periferia. Un invito a lasciare l'alloggio universitario e a tornare nella propria residenza, con lo sconto sulla retta per il periodo di assenza, ma gli "ospiti" si interrogano sul valore dei decreti che obbligano a non spostarsi, se non per motivi più che validi, pena la denuncia. 

"Nessun dovere, chi vuole, lo può fare - ha spiegato a Bologna Today la dottoressa Mondin - lo studentato è una comunità eterogenea, c'è anche chi abita poco lontano, il mio è solo un appello a rientrare nelle proprie abitazioni di residenza". Fino al 3 aprile infatti l'Ateneo, le sale studio e tutti i locali utilizzati dagli universitari rimarranno chiusi

Ma come si concilia l'invito con i decreti governativi? "Siamo in un momento paradossale - da una parte bisogna evitare gli spostamenti, dall'altra gli assembramenti - le strutture universitarie sono di tipo collettivo e probabilmente c'è stata una scarsa problematizzazione sulle residenze di questo tipo che costituiscono cioè fonte di pericolo, per dirla in maniera semplice, più larghi stanno, meglio è". Così la direttrice - che difronte alle rimostranze di alcuni studenti, sottolinea -   "Ho scritto 'se possibile' infatti, e ho pensato che la mia lettera fosse un rafforzativo da allegare all'autodichiarazione prevista per chi si sposta o esce da casa, qui abbiamo gli studentati pieni". 

Coronavirus: si passa da epidemia a pandemia, cosa cambia

Coronavirus, il punto di oggi della Regione Emilia-Romagna. Un morto a Medicina​

In giro nonostante decreto e divieti: nove denunce

Coronavirus, babysitter e colf gratis per operatori sanitari

"Insieme si può: l'Emilia-Romagna contro il coronavirus": ecco l'Iban dedicato

Coronavirus: stop voli da e per l'Italia, paese off-limits

Coronavirus, al Sant'Orsola task-force tamponi: sospese le visite programmate

Coronavirus, solidarietà digitale: dove vedere film, serie e contenuti gratis

Coronavirus: al via il progetto 'live' di Bimbo Tu per i bambini ricoverati

Decreto Coronavirus, controlli in stazione: prime denunce 

Coronavirus, cosa si può e cosa non si può fare: vademecum 

Coronavirus, tutte le modifiche alle linee bus Tper

La scuola ai tempi del coronavirus, la Divina Commedia online | VIDEO

Coronavirus, tutta Italia diventa "zona protetta": spostamenti vietati, cosa cambia 

Coronavirus, autocertificazione: scarica il modulo, chi può spostarsi 

Coronavirus, un gruppo Facebook per offrire e chiedere aiuto: "Siamo in isolamento, ma non siamo

Coronavirus, Bonaccini e Venturi: "Limitate i contatti, state in casa e uscite poco" | VIDEO 

Coronavirus: 5 raccomandazioni igieniche per cani e gatti

Pizze sospese per medici e operatori sanitari: "Venite qui, ve le offriamo noi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento