Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Medicina

Covid-19, testimonianza da Medicina: "Mia mamma, con sintomi, indirizzata verso l'ospedale. 2 test negativi, positiva solo al terzo"

Valentina preoccupata per i genitori distanti: la madre ricoverata, intubata, infine trasferita in una struttura per effettuare la quarantena lontana dal marito, con patologia oncologica

Valentina lavora a Roma, ma i suoi genitori vivono a Medicina, ex zona rossa dell'Emilia-Romagna. Suo papà (74 anni) era un assiduo frequentatore del centro sociale ricreativo per anziani Medicivitas, nella frazione di Ganzanigo, diventato focolaio di Coronavirus e la mamma (72enne), attualmente in quarantena e ospedalizzata, ha contratto il virus: "E' durissima seguire la malattia dei propri genitori a distanza - racconta la ragazza - le ultime settimane sono state molto difficili e oltre all'infezione, la preoccupazione sono anche le cure oncologiche di mio padre". 

"Tutto è cominciato il 5 marzo scorso, quando al circolo civico i soci hanno cominciato a contagiarsi l'un l'altro. Mio padre era stato al tavolo da gioco con il primo infetto e così il 6 marzo è stato contattato dall'Ausl di Imola, che lo aveva avvertito che sarebbero passati a casa il giorno dopo, vista anche la sua patologia e quindi una maggiore esposizione. Il giorno dopo non è arrivato nessuno, e neppure quello dopo; ci è parso molto strano. Poi, l'11 marzo mia mamma ha iniziato ad avere i sintomi di un'influenza. Passato qualche giorno è peggiorata e ha tentato di nascondermelo evitando la classica videochiamata. Io mi sono allarmata e ho chiamato il 118 da Roma, per poi venire passata all'area bolognese. Era il 15 marzo", continua Valentina. 

"I sanitari, sorprendendoci moltissimo perchè indicazione opposta ai suggerimenti che sentivamo, hanno detto ai miei genitori si recarsi subito al pronto soccorso e loro lo hanno fatto. Sono andati all'ospedale di Budrio dove, come immaginabile, sono stati rimproverati per essersi mossi da casa con un sospetto Covid. Mia mamma è stata subito ricoverata e mio padre rimandato a casa con una serie di raccomandazioni, ma nessun riguardo per la sua patologia oncologica". Intanto il 16 marzo Medicina è diventata zona rossa.

Dunque sua mamma è risultata positica al Covid-19? "Non è stato così semplice. In un primo momento le hanno fatto una tac polmonare e da quello che hanno visto, i medici non avevano molti dubbi sull'eventualità che avesse contratto il virus, ma il primo tampone è risultato un falso negativo. Idem il secondo ed è stato necessario attendere il terzo tampone una settimana dopo per avere la conferma definitiva. Intanto era stata intubata, mentre i suoi compagni di stanza con test positivo venivano via via trasferiti a Bologna. Alla fine è toccato anche a lei ed è stata ricoverata al Sant'Orsola. Adesso si trova in quarantena a Villa Laura e non può andare a casa perchè c'è il rischio che contagi mio padre". 

Sei preoccupata per lui? "Sì, sono preoccupata intanto perchè è solo e poi perchè a breve dovrà cominciare un ciclo di radioterapia e non ha nessuno che possa accompagnarlo a Bologna. Il presidente del circolo Medicivitas mi ha telefonato e mi ha detto che forse la Croce Rossa può fare qualcosa per lui, ma non lo sappiamo ancora...".

Coronavirus, dalla Regione bando per medici e infermieri all'estero

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus, spesa, anziani, informatica: dagli universitari soluzioni a quattro problemi quotidiani

Storie di quarantena, dall'Emilia un diario collettivo: "Ci fa stringere in un abbraccio virtuale"

Covid-19, Pubblica Assistenza in prima linea: "C’è gente che nasconde i sintomi per paura"

Coronavirus, riaprono mercati rionali e anche quattro mercati contadini recintati

Infermiera reparto Covid: "Non chiamateci eroi, ma ricordatevi di quello che facciamo anche quando tutto finirà"

Coronavirus, l'appello di Merola: "Troppa gente in giro, non va bene. Non è ancora finita"

Coronavirus, l'Istituto Cattaneo: "In Emilia-Romagna ci sono molti più morti"

Malati di tumore, il Covid non ferma Ant: "Aumento di richieste, noi alleggeriamo la sanità pubblica" 

Coronavirus, ecco i buoni spesa del Comune: da 150 e 600 euro, si richiedono dal 2 aprile

Coronavirus, nel reparto di terapia intensiva del Sant'Orsola: "L'emergenza continua" | VIDEO

Coronavirus, bimbo nato da mamma positiva. Intervista al neonatologo Fabrizio Sandri

Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, testimonianza da Medicina: "Mia mamma, con sintomi, indirizzata verso l'ospedale. 2 test negativi, positiva solo al terzo"

BolognaToday è in caricamento