Coronavirus, arriva un'altra stretta per treni e bus

Bonaccini firma ordinanza: il trasporto pubblico potrà essere ulteriormente ridotto fino alle ore 20 con garanzia degli spostamenti dei lavoratori nelle ore di punta e di maggior afflusso

Arrivano ulteriori riduzioni al servizio ferroviario e pubblico su bus in Emilia-Romagna. È stata emanata oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, una nuova ordinanza per la gestione dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus che interviene sul numero dei treni in circolazione e degli autobus in orario serale e notturno dal 18 al 25 marzo prossimi.

Il testo dell’ordinanza è stato diffuso a tutte le agenzie di trasporto pubblico locale della regione dall’assessore alla Mobilità, Andrea Corsini.

 “Siamo di fronte a giorni decisivi per cercare di ridurre il contagio del virus nei nostri territori- ha spiegato l’assessore-, per questo dobbiamo prendere tutte le misure necessarie e fare uno sforzo comune per rispondere a pieno alle indicazioni del Governo e dell’Istituto superiore della sanità. Ferma restando la disponibilità dei mezzi per le persone che devono recarsi sul luogo di lavoro, è necessario riprogrammare l’intero trasporto regionale per ridurre al massimo gli spostamenti. L’impegno che abbiamo chiesto alle Agenzie di trasporto è di monitorare costantemente la situazione per verificare l’efficacia delle misure”.

 In particolare, per quanto riguarda i treni, l’ordinanza dispone che dal 18 al 25 marzo 2020 il servizio ferroviario sia riprogrammato con ulteriori riduzioni rispetto a quanto previsto dall’ordinanza 12 marzo - in base a un programma proposto dall’operatore ferroviario e condiviso con la Regione -, che tenga conto delle esigenze di spostamento dei lavoratori negli orari di maggior afflusso, e l’accessibilità ai turnisti e coloro che operano in attività ritenute essenziali dalle disposizioni vigenti. Nello stesso tempo, per evitare iniziative ancora più drastiche, la riprogrammazione dovrà garantire la continuità di esercizio e l’operatività degli impianti tutelando la salute dei lavoratori. Resta inteso, comunque, che allo scopo di garantire adeguati livelli di servizio proporzionati alla domanda e alle necessità di accessibilità, durante il periodo di attuazione il servizio verrà costantemente monitorato. La comunicazione della nuova programmazione del servizio sarà a cura del gestore o delle infrastrutture, che dovranno dare la massima informazione possibile agli utenti attraverso i loro canali.

 Per quanto riguarda gli autobus, l’ordinanza dispone che dal 18 al 25 marzo 2020, il servizio di trasporto pubblico potrà essere ulteriormente ridotto fino alle ore 20 con garanzia degli spostamenti dei lavoratori nelle ore di punta e di maggior afflusso e che ci potranno essere maggiori riduzioni nella fascia serale e notturna (dalle ore 20,00 in poi) fermo restando la garanzia di spostamento (in uscita e in entrata) ai lavoratori, quali turnisti e coloro che operano in attività ritenute essenziali dalle disposizioni vigenti.

Inoltre, sono ribadite le modalità di accesso ai mezzi, già previste nell’ordinanza del 12 marzo, quali la salita dalla porta posteriore del bus e la garanzia della distanza di sicurezza a bordo. Nel caso i mezzi impiegati non lo consentano (ad es. per servizi a chiamata), occorre dove possibile, procedere con la sostituzione di un mezzo idoneo o in assenza di alternativa è consentita la soppressione del servizio. Le Agenzie locali per la mobilità e le Società di trasporto sono tenute a monitorare il servizio che potrà venire aggiornato qualora si manifestassero particolari criticità.

Coronavirus, aggiornamento Emilia-Romagna: 3622 (+429) positivi, 7 nuovi morti nel Bolognese

Coronavirus, pacchetto della Regione: altre 9 settimane in cassa integrazione

Coronavirus, Medicina zona rossa: "Vietato entrare e uscire" | VIDEO

Coronavirus, Comune di Medicina in isolamento. Residenti: "Esercito e Carabinieri a serrare la strada"

Coronavirus, Agenzia delle entrate-riscossione: accesso sportelli solo su appuntamento

Coronavirus, il focus su Bologna: ricoveri in crescita, ma numeri ancora contenuti

A Valsamoggia la produzione dei macchinari per i malati di Coronavirus: "Lavoriamo solo per l'Italia"

FOTONOTIZIA | La Fp Cgil denuncia: "Mascherine 'come zorro' al Maggiore"

Controlli della Polizia su bar, pizzerie, negozi e persone: fioccano denunce

FOTONOTIZIA| Coronavirus, triage esterno: tende al Sant'Orsola e al Maggiore

Coronavirus, babysitter e colf gratis per operatori sanitari

"Insieme si può: l'Emilia-Romagna contro il coronavirus": ecco l'Iban dedicato

Coronavirus: stop voli da e per l'Italia, paese off-limits

Coronavirus, al Sant'Orsola task-force tamponi: sospese le visite programmate

Coronavirus, solidarietà digitale: dove vedere film, serie e contenuti gratis

La scuola ai tempi del coronavirus, la Divina Commedia online | VIDEO

Coronavirus, autocertificazione: scarica il modulo, chi può spostarsi 

Coronavirus: 5 raccomandazioni igieniche per cani e gatti

Pizze sospese per medici e operatori sanitari: "Venite qui, ve le offriamo noi"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento