Coronavirus, primo giorno fase 2: 19mila persone sui treni regionali dell’Emilia Romagna

Maggior incremento di passeggeri sulla direttrice Rimini – Piacenza

19mila persone hanno viaggiato ieri 4 maggio sui treni regionali dell’Emilia Romagna, con un riempimento medio dei convogli pari al 21%, già calcolato in base alla nuova disponibilità al 50% di posti a sedere. Lo rende noto Trenitalia.

Sono circa 450 i treni regionali in servizio da lunedì 4 maggio in Emilia Romagna, per l’inizio della Fase 2 dell’emergenza sanitaria COVID-19 e, la nuova offerta, concordata con la Regione committente del servizio, "garantisce il 20% in più dei treni previsti nella Fase 1" fanno sapere da Trenitalia "complessivamente la presenza di viaggiatori a bordo è stata comunque inferiore alla nuova disponibilità (50%) di posti a sedere"

A registrare il maggior incremento di passeggeri sono stati i treni in fascia pendolare, in particolare sulla direttrice Rimini – Piacenza.

Anche sulla flotta di Trenitalia Tper è in corso l’allestimento di marker sui sedili da non occupare, segnaletica sulle porte per la salita e la discesa dei viaggiatori e le indicazioni a terra per indicare ai passeggeri l’uscita più vicina e la distanza da tenere con gli altri passeggeri. Disponibili a bordo già dalla Fase 1, i dispenser con liquido igienizzante per le mani. Potenziate infine le attività di sanificazione e igienizzazione su tutta la flotta. 

Treni a media e lunga percorrenza

Sono 10 da oggi 5 maggio le Frecce di Trenitalia che interessano l’Emilia Romagna (erano 8 fino al 4). Si tratta in particolare di 3 coppie sulla tratta Torino/Milano – Napoli (con fermata a Bologna Centrale e Reggio Emilia AV Mediopadana), 1 coppia fra Venezia e Roma e 1 coppia fra Bolzano e Roma (con fermata a Bologna Centrale). Il numero dei passeggeri a bordo è poco più della metà rispetto a quello presente sugli stessi treni prima dell’emergenza sanitaria COVID-19.

Il Gruppo FS Italiane ricorda a tutti i passeggeri 

Di indossare sempre la mascherina protettiva, essere responsabili socialmente, per sé e per gli altri, rispettando la distanza di sicurezza indicata dalle autorità sanitarie, le indicazioni e le informazioni presenti a bordo dei treni e nelle stazioni, essere collaborativi a bordo treno con il personale ferroviario, utilizzare percorsi e porte di ingresso e uscita dai treni come indicato dai pannelli informativi, essere collaborativi in stazione con il personale ferroviario nell’entrare o uscire dai varchi, seguendo i percorsi individuati e le indicazioni dei pannelli informativi.

image002-4-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento