Coronavirus, UNIBO al fianco del Sant’Orsola: così l'ateneo si mobilita per l’emergenza.

Reagenti per testare i tamponi, materiale di laboratorio, respiratori, ma anche stampanti 3D: i dipartimenti dell’Alma Mater si mobilitano per sostenere lo sforzo del personale sanitario

Policlinico chiama Università risponde. Reagenti, materiale di laboratorio, respiratori ma anche prototipizzazione di alcune componenti da realizzare con stampanti 3D. I dipartimenti dell’Alma Mater si mobilitano per l’emergenza legata all’epidemia da Covid-19. “Tutti i dipartimenti di area scientifico-biologica e chimica hanno risposto alla chiamata del Rettore e hanno offerto collaborazione”, spiega il professor Francesco Saverio Violante, direttore dell’Unità operativa di Medicina del lavoro del Policlinico Sant’Orsola.

L'Unità operativa di Microbiologia dell’Ospedale, diretta dalla professoressa Maria Carla Re, lavora senza sosta per effettuare tamponi. Ed ecco che per prevenire eventuali carenze di materiali ha chiamato a raccolta i dipartimenti dell’Ateneo che hanno fornito mascherine, guanti, reagenti, come quelli che sono arrivati dal Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie (Fabit) e dal Dipartimento di Chimica industriale “Toso Montanari”.

Inferimieri in prima linea per il Coronavirus: il racconto

Gli episodi di solidarietà si moltiplicano di ora in ora. “Il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie (Dimevet) – prosegue il prof. Violante ricordando un altro caso – ci ha contattato perché aveva cinque respiratori per uso umano di cui tre sono già stati messi a disposizione del Policlinico Sant’Orsola”.

Se l’attività dei tamponi continuerà senza sosta poterebbe esserci una criticità anche su alcune componenti in materiale plastico delle provette. Anche in questo caso l’Ateneo si è prontamente mobilitato. “Abbiamo ricevuto il sostegno di AlmaLabor”, spiega il prof. Violante. “Un tecnico ha già incontrato gli operatori per capire di cosa potrebbe esserci bisogno. Le stampanti 3D dei laboratori dell’Alma Mater sono pronte a realizzare le provette qualora si verificasse una richiesta urgente di tali materiali”.

Covid-19: l'ultimi bollettino dei contagi

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento