Coronavirus, cardinale Zuppi: "Riaprire? Solo se vite non in pericolo"

Intanto la Chiesa di Bologna ha istituito il "Fondo San Petronio", aiuti economici ai cittadini in difficoltà a causa dell'emergenza sanitaria. Entro la fine di aprile le indicazioni necessarie per l'accesso

Se, la speranza che l'emergenza e la chiusura legate all'epidemia "possano terminare presto, certamente, solo dopo che la vita di nessuno sia messa in pericolo". E' il monito lanciato dal cardinale Matteo Zuppi, durante la messa del giovedì santo celebrata a porte chiuse, nella cattedrale di San Pietro senza fedeli.

Campane a festa e messa in streaming: il programma della Pasqua durante il Coronavirus 

"E' una Quaresima che ha cambiato molte abitudini e speriamo di non fare l'abitudine a pensare che non ce la faremo mai, a vedere la cattedrale vuota" ha detto Zuppi nell'omelia invitando ad approfittare di questo periodo di distanza. "Cambiamo sul serio il cuore, oltre che le abitudini proviamo a rendere migliore il nostro cuore, perchè se io inizio a cambiare, anche il mondo cambia". E in un altro passaggio del discorso, ribadisce: "Iniziamo a cambiare, perchè l'isolamento non ci renda chiusi e aggressivi, ma ci faccia scoprire al contrario quanto siamo fatti per gli altri e a scegliere di volerci bene". In questa emergenza sanitaria, sottolinea l'arcivescovo, "abbiamo scoperto la concretezza del male: quella vera, non una minaccia lontana. Abbiamo capito che siamo uguali agli altri e questo- ammonisce- non deve diventare motivo di un rinnovato individualismo, ma anzi la scelta di amore per il prossimo e di responsabilità verso gli altri". Dunque, insiste Zuppi, "se è vero che niente sarà come prima, è una grande opportunità', perchè anche noi non torniamo a essere quelli di prima. Cambiamo il cuore, perché' dobbiamo combattere il male. E forse lo faremo con un po' piu' di convinzione".

Aiuti economici

 Per "essere vicina alle famiglie e alle persone in difficoltà" a causa dell'emergenza sanitaria, la Chiesa di Bologna ha istituito un Fondo di aiuti economici. Si chiamerà "Fondo San Petronio", sarà sotto la responsabilità del direttore della Caritas e verrà presentato entro la fine di aprile insieme a tutte le indicazioni necessarie per potervi accedere.

Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 9 aprile: +443 contagi, ancora 82 morti

Coronavirus, Venturi: "A Pasqua e Pasquetta stiamo a casa, c'è da soffrire ancora un po'" | VIDEO

Le misure dalla Regione a sostegno di famiglie, imprese, studenti e lavoratori. Investimenti per 320 mln

Mascherine gratis ai cittadini, c'è chi parte con la consegna porta a porta

Coronavirus, il Comune di Bologna eroga i primi buoni spesa, ecco dove si possono utilizzare

Coronavirus, 320 milioni per l'emergenza: "Bonus di 1000 euro a tutti i sanitari"

Coronavirus, a Bologna e provincia più controlli per Pasqua: "Anche con elicotteri"

Coronavirus, dalla Regione bando per medici e infermieri all'estero

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento