menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commemorazione Lorusso, corteo in centro: 'Odio e non perdono'

Dopo la commemorazione di questa mattina, davanti alla lapide dedicata del militante di Lotta Continua ucciso a Bologna nel 1977, un corteo per le vie del centro storico

Dopo la commemorazione di questa mattina, davanti alla lapide che ricorda la morte di Francesco Lorusso, il militante di Lotta Continua ucciso a Bologna durante una mattinata di scontri, nel 1977, un corteo è partito da Piazza Verdi nel pomeriggio.

"Oggi, a 39 di distanza, se Francesco fosse ancora qui, sarebbe stato al nostro fianco nelle battaglie dell'ultimo anno" hanno gridato al megafono "quando centinaia di persone resistevano all'ex-Telecom e in via Agucchi", ricordano gli sgomberi degli stabili occupati nei mesi scorsi. "Odio e non perdono!". 

Chiari anche i riferimenti alla guerra e alle contestazioni al professore Panebianco: 'E' giusto contrapporsi alla guerra e ai baroni che la sostengono". 

Hanno percorso le vie della zona universitaria e si sono fermati in via Mascarella dove hanno deposto un mazzo di rose rosse per poi proseguire in via Irnerio, via Indipendenza Strada maggiore e fare ritorno in via Zamboni. Il corteo di è svolto in modo pacifico, causando solo qualche disagio al traffico. 

Questa mattina una decina di militanti si sono scagliati contro i rappresentanti delle istituzioni, cacciandoli e urlando "Qui non ci devono stare. Via gli assassini di Francesco, via i mandanti, che stanno qua a fare le belle facciate delle istituzione". Poi si levano cori: "Francesco è vivo e lotta insieme a noi, le nostre idee non moriranno mai". E ancora: '11 marzo bandiere rosse al vento uccidono un compagno ne nascono altri cento'.

Mauro Collina, amico di Francesco e portavoce dell'Associazione che porta il suo nome, questa mattina aveva parlato di "memoria condivisa" da trasmettere ai giovani. Le contestazioni "ci stanno, e se non diventano violente sono del tutto legittime" e ha aggiunto "abbiamo chiesto all'università di intitolare un'aula a Francesco Lorusso, vedremo come andrà a finire". 

Domani, sabato 12 marzo, è prevista una manifestazione contro la guerra per "impedire che l’Italia venga trascinata nuovamente in un conflitto il cui unico scopo è la spartizione delle risorse energetiche, obiettivo ambito dalle multinazionali di quegli stessi paesi che provocarono il caos in Libia nel 2011". Il corteo partirà da Piazza San Francesco, ore 15.00.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento