Migranti sabato in corteo: "Contro il razzismo di governo"

Le comunità di migranti di Bologna, ma anche di altre città emiliano-romagnole, pronte a manifestare contro l'applicazione del decreto Salvini

Sabato scenderanno in piazza "contro il razzismo di governo". Le diverse comunità di migranti di Bologna, ma anche di altre città emiliano-romagnole come Cesena e Modena, sono pronte a manifestare contro l'applicazione del decreto Salvini anche da parte del municipio bolognese. Il corteo dei migranti sfilerà per il centro sabato pomeriggio, 6 aprile, e si concluderà in piazza Maggiore. Quella che sta avvenendo in Italia, accusa Bass del coordinamento migranti, è una "campagna elettorale sulla pelle dei migranti, non è vero che li mandano a casa. È una condizione sospesa che li sottopone ad una condizione di ricatto da parte dei datori di lavoro. Basta guardare cosa succede nei magazzini della logistica. Sabato saremo in piazza per denunciare questo disagio".

Altro che decreto sicurezza: per i promontori della manifestazione, dopo episodi come quelli di Roma "adesso il problema è la sicurezza dei migranti". Tra le emergenze c'è quella delle difficoltà con l'anagrafe. Sempre più richiedenti asilo, alla luce delle nuove norme contenute nel decreto, non riescono ad avere la residenza necessaria a lavorare e ad aprire un conto in banca.

"Ci sono diversi migranti in questa situazione. Questa è una città accogliente. Non vogliamo che il sindaco accolga queste misure del decreto Salvini", dice ancora Bass.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per gli organizzatori il sindaco Virginio Merola dovrebbe seguire l'esempio di Crema e altre città "che stanno invece iscrivendo i migranti all'anagrafe. Il sindaco chiarisca da che parte sta". Preoccupa anche il calo di protezioni internazionali accordate: "siamo all'83%, questo significa produrre clandestini perche' i rimpatri non ci sono".  (Bil/ Dire) 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento