Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Corteo No tram sfila e blocca il traffico: "Sarà sempre così con il tram"\VIDEO

I manifestanti sono partiti da San Felice e due ore dopo sono arrivati, tra le lamentele degli automobilisti, in piazza Nettuno

 

Con un corteo-lumaca, per dimostrare su strada quanto il tram manderà in tilt il traffico di Bologna, il comitato no tram è tornato a manifestare contro la realizzazione del progetto voluto dal Comune. Partito verso le 15 da porta San Felice, con circa 150 persone presenti all'avvio, il corteo ha impiegato quasi due ore per arrivare in piazza del Nettuno.

E subito scatta il battibecco tra i manifestanti e gli automobilisti bloccati a Porta San Felice, che suonano il clacson per chiedere di liberare la strada. "È quello che succederà tutti i giorni col tram - urla in risposta un esponente del comitato - con una corsa ogni due minuti e mezzo".

Lungo la strada, alcuni negozi di via San Felice espongono cartelli a sostegno della protesta e i manifestanti ribadiscono le loro ragioni. "Il tram distruggerà la città - dice al megafono il portavoce del comitato, Vincenzo Fazio - case e negozi perderanno valore. Non fidatevi delle bugie del Comune. Vogliamo un referendum, sul tram devono essere i bolognesi a decidere".

Fazio conferma anche l'intenzione di formare una lista civica alle prossime elezioni, "se il Comune non ci ascolta". La più bersagliata è l'assessore alla Mobilità Irene Priolo, con cori da stadio del tipo: "Chi non salta la Priolo è"; "La Priolo non la vogliamo"; "A Calderara, Priolo a Calderara".

Arrivati in piazza, il comitato si dispone a semicerchio in mezzo ai turisti sotto la statua del Nettuno con cartelli e striscioni. "Grazie a tutti, continueremo a lottare", chiude la manifestazione Fazio, un po' deluso per la scarna partecipazione. "Eravamo in 300, speravo di più", confessa. Presenti anche i consiglieri comunali Marco Lisei (Fdi), Francesca Scarano (Lega) e i civici Manes Bernardini e Gian Marco De Biase, oltre all'eurodeputata del Carroccio Alessandra Basso. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento