menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook

Foto Facebook

Corteo anti-tornelli, viali bloccati ma nessun incidente: "Riaprite la Biblioteca"

Circa 800 persone hanno sfilato per tutto il pomeriggio tra centro storico e zona universitaria, bloccando in alcuni tratti via Irnerio e i viali. Sfiorate la stazione dei treni e Palazzo D'Accursio

"Riapertura, Riapertura". Finisce così, con gli studenti che battono con le mani (GUARDA IL VIDEO) sul portone chiuso della biblioteca di via Zamboni 36, la manifestazione a Bologna degli studenti anti-tornelli. Quando il corteo ha raggiunto piazza Verdi, stavolta non ha trovato come venerdì scorso lo sbarramento della Polizia su via Zamboni e così ha potuto raggiungere l'ingresso della biblioteca, dove la manifestazione si e' conclusa.

Gli agenti della Digos in borghese hanno continuato a tenere d'occhio i manifestanti come per tutto il corteo, ma non si sono sono registrate tensioni. I numeri continuano ad essere più o meno quelli della scorsa settimana: cammino facendo, il corteo di oggi e' cresciuto fino a raggiungere le 700-800 persone.

Durante il tragitto, il corteo degli studenti anti-tornelli non ha mancato di creare disagi per il traffico di Bologna. Dopo aver superato piazza dei Martiri, la manifestazione ha percorso tutta via Irnerio e poi viale Filopanti, per poi fermarsi in mezzo a porta San Vitale, all'incrocio tra i viali e via Massarenti.

Successivamente, il corteo ha imboccato via San Vitale per tornare verso la zona universitaria. "In piazza siamo piu' di 2.000", dicono i collettivi. Dai manifestanti numerosi i cori per la liberazione di Sara e Orlando, i due studenti fino ai domiciliari dopo gli incidenti di venerdi' scorso, e per invocare le dimissioni del rettore Francesco Ubertini e del questore Ignazio Coccia.

Se non ve ne andate voi, vi cacciamo noi a calci in c...". È il messaggio senza giri di parole che il corteo degli studenti anti-tornelli spedisce in direzione di Palazo D'Accursio sede del Comune di Bologna, quando la manifestazione sfiora piazza Maggiore dopo aver superato le Due torri e via Rizzoli.

Poco prima il corteo era passato davanti a piazza Medaglie d'oro (GUARDA IL VIDEO) e dalle prime file è partito il coro "stazione, stazione": un gruppo di Carabinieri è sceso di corsa da alcuni blindati, schierandosi con gli scudi, ma in realtà i manifestanti hanno tirato dritto ironizzando sulle Forze dell'ordine

Come prossima tappa, dal corteo viene annunciata una nuova assemblea per domani alle 19 in via Zamboni 38, mentre questa sera, sempre al 38 è prefista un'iniziativa a cui parteciperò Davide Grasso, foreign fighter italiano anti-Isis.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento