Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid nelle strutture per anziani e disabili: "Isolamento è emergenza sociale"|VIDEO

"Il capitolo più doloroso, per il numero di deceduti anche nell'area metropolitana bolognese"

 

Quello "delle strutture per anziani è il capitolo più doloroso, per il numero di deceduti anche nell'area metropolitana bolognese". Così l'assessore comunale alla sanità Giuliano Barigazzi durante l'incontro di presentazione dell'indagine su quanto accaduto nelle case di riposo e nelle strutture per disabili durante il periodo dell'emergenza sanitaria da covid, che si è tenuto nella mattinata di oggi, 22 luglio, a Palazzo Malvezzi, in via Zamboni. "Anche la città Metropolitana di Bologna ha pagato un contributo in decessi, quindi quando la pressione è stata diversa, abbiamo cercato di capire quali sono state le criticità e cosa è accaduto". 

Anche se l'Azienda sanitaria bolognese è di grande importanza questo "è un momento storico complicato - quindi anche qui - non possiamo abbassare la guardia" è la visione del neo-direttore dell'Ausl Bologna, Paolo Bordon - l'indagine presentata oggi ci dà elementi per adottare quelle misure di prevenzione per individuare e isolare i focolai. Le Rsa e Cra sono luoghi nati per socializzare, ora si trovano a gestire un virus che si combatte con l'isolamento, gli ospiti sono fragili quindi è necessario tenere conto anche questa emergenza sociale". 

"Esistono territori con minore impatto, probabilmente sono state fatte scelte che hanno ridotto la relazione tra persone - ha osservato Paolo Pandolfi, direttore del Dipartimento Sanità pubblica - molto illuminate la differenza tra Appennino e Pianura esy e e ovest" del bolognese.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento