rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Covid e contagi in calo: "Ora importante non abbassare la guardia"

Parla il presidente dell'Ordine degli infermieri Pietro Giurdanella

I contagi calano, gli ospedali tornano a respirare e la mascherina all'aperto non è obbligatoria. Ma contro il virus "non è ancora il momento di abbassare la guardia". A lanciare il monito è Pietro Giurdanella, presidente degli Ordini delle professioni infermieristiche dell'Emilia-Romagna, che rilancia così anche il tema dello screening anti-Covid al personale sanitario.

Test che in un primo momento la Regione voleva sospendere, salvo poi congelare il passo indietro in attesa del confronto con i rappresentanti delle categorie sanitarie.

"Abbiamo molto apprezzato l'intervento dell'assessore Raffaele Donini a favore del dialogo e del confronto sugli screening a tutela della salute degli infermieri e degli operatori sanitari- plaude per questo Giurdanella- dopo due anni di estenuante lotta al Covid, che ha avuto un profondo risvolto sulla vita privata e sociale di ciascuno, riteniamo che ancor più oggi non si possa abbassare la guardia, anche perché continuiamo a registrare un alto numero di operatori infettati dal virus".

Secondo il numero uno dell'Ordine, quindi, "la sospensione degli screening inciderebbe notevolmente sull'ulteriore diffusione dei contagi, compromettendo la sicurezza delle cure nei diversi setting assistenziali, che sono il luogo per eccellenza in cui tutelare ad ogni costo i pazienti fragili".

Covid. Marcello, 52 anni, 4 mesi in terapia intensiva: "Si soffre tantissimo, vaccinatevi" | VIDEO

 Per Giurdanella, quindi, "mai come ora si rende necessario accompagnare le persone, come da mesi facciamo anche per le vaccinazioni, alla consapevolezza e sicurezza delle buone pratiche, tenendo conto anche dei legittimi timori di chi quotidianamente, da due anni, non si sottrae al contatto e all'assistenza dei malati covid positivi".

In altre parole, insiste il presidente regionale degli Ordini degli infermieri, "in questo momento di graduale ripresa delle diverse attività in tutto il Paese, è ancor più necessaria una forte condivisione delle strategie e delle scelte operative a tutti i livelli, evitando ad ogni modo contrapposizioni e lacerazioni che ricadono sul sistema sanitario, il bene più prezioso di cui disponiamo". (San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e contagi in calo: "Ora importante non abbassare la guardia"

BolognaToday è in caricamento