menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il covid fa crollare i reati anche dopo il lockdown

Percentuali a doppia cifra tra le estati a confronto

Non solo effetto lockdown. Sembra consolidarsi la dinamica sul numero di reati perpetrati e denunciati alla polizia nell'estate 2020. L'andamento sembra così confermare una tendenza al forte calo, già registrato durante i mesi del lockdown, periodo nel quale a causa dell'impossibilità di fatto di muoversi da casa è mancata linfa vitale sia per le vittime che per gli autori delle condotte illecite.

I dati sono stati diffusi dalla polizia che ha indicato l'andamento percentuale mettendo a confronto i mesi di luglio e agosto del 2020 con quelli dell'anno precedente.  A un primo esame, si registra un calo di circa 30% sulle violenze e furti in abitazione e del 50% sui furti con destrezza.

Anche il dato relativo alle truffe consumate risulta inferiore all’anno precedente, con circa 100 episodi in meno. Si registra un netto calo anche delle segnalazioni riguardanti il fenomeno dello spaccio di stupefacenti.

Le altre voci sono:

  • Lesioni dolose -37%
  • Percosse -38%
  • Minacce -32%
  • Danneggiamenti -21%
  • Furti con strappo -30%
  • Furti in abitazione -37%
  • Furti con destrezza -47%
  • Ricettazione -56%
  • Stupefacenti -27%
  • Estorsioni -54%

In tale contesto, nell’arco dei mesi di luglio e agosto sono state identificate oltre 1.500 persone e 350 autoveicoli e sono stati denunciati a piede libero 400 soggetti e oltre 80 sono stati arrestati in tutta la provincia di Bologna nei mesi di luglio e agosto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona rossa, i negozi che restano aperti

social

Sanremo: la bolognese Matilda De Angelis conquista tutti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento