Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Donini tira le somme: "Contagi su, ma non rischiamo la zona gialla. A fine estate vaccinati al 70%"

La variante Delta continua a essere maggioritaria (88.48%) in Emilia-Romagna. 281mila vaccinazioni prenotate dopo il discorso di Mario Draghi e l'obbligo di Green pass 

"Giornalisticamente si parla di quarta ondata - fatto sta che - assistiamo a un aumento dei contagi e ci aspettiamo che non diminuisca nei prossimi giorni, come da dati ISS, con Rt 1.89 in rialzo". Così l'assessore regionale alla salute, Raffaele Donini, oggi in video conferenza stampa per fare il punto sulla pandemia: "Non siamo in una situazione allarmante per quanto riguarda i reparti ospedalieri, con l'aumento di contagi che non si riverbera sui ricoveri". 

Oggi, 29 luglio, si contano nella regione 493 contagi oggi, 6.035 casi attivi e nessun decesso. 

Donini riconferma che la variante Delta è maggioritaria (88.48%) anche in Emilia-Romagna, come nel resto del paese: "Chi non è vaccinato rischia 30 volte in più di contrarre la variante. Ricordo che quando abbiamo discusso con il governo dei parametri di rischio delle regioni, abbiamo condiviso la valutazione in considerazione dei dati di ospedalizzazione, quindi non rischiamo di andare in zona gialla". 

Nodo scuola

L'assessore ha ribadito il suo sì all'obbligo scolastico per il personale scolastico, docente e non docente: "Credo che anche il Governo vada in quella direzione. Per gli studenti svilupperemo con i nostri interlocutori una campagna di sensibilizzazione per aumentare i vaccinati. Siamo disponibili anche a organizzare presidi e mezzi mobili per la vaccinazione". 

L'obiettivo, ribadisce Donini il superamento del 40% dei vaccinati con la ripresa della scuola: "Ci pare raggiungibile anche in ragione dei dati sulle prenotazioni. Abbiamo discusso una serie di protocolli con la collega Salomoni (assessora alla scuola -ndr) affinché possa ricominciare in sicurezza". 

Dati ricoveri

Attualmente nella regione 183 sono ricoverati nei reparti covid e 13 nelle terapie intensive: "Il nostro livello di guardia è - rispettivamente - di 980 e 76, quindi siamo molto al di sotto per due ragioni: la vaccinazione procede spedita e ha protetto e tutelato la popolazione anziana e vulnerabile, di conseguenza la circolazione del virus colpisce molto più le persone con età media di circa 30 anni, quindi meno fragili. Anche le degenze sono più brevi". 

Vaccinazione, dati percentuali 

Il 70% della popolazione emiliano-romagnola è stata vaccinata almeno con una dose, il 56% con la seconda, poco sopra alla media nazionale: "Sarà importante vedere le forniture di agosto (Pfizer e Moderna), contiamo di arrivare a fine estate sopra il 70%" attestando quindi l'immunità di gregge, ha ipotizzato l'assessore. 

Vaccinazioni, dati prenotazioni

Si è verificato un balzo delle prenotazioni a partire dalla settimana scorsa, dopo il discorso del presidente del Consiglio, Mario Draghi, e l'obbligo di Green pass per alcune attività: 1.600 over 80, 3.200 70-79, 7.276 60-69, 50-59 25mila, 40-49 50mila, 30-39 62mila, 20-29 80mila, 12-19 52milia, per un totale di 281mila candidature. 

Vaccinazioni, dati categorie

Il 97% del personale di sanità pubblica è stato vaccinato, 167 le sospensioni dei non vaccinati già attive e in aumento, di pari passo con gli accertamenti.

"Mi rende molto orgoglioso - sottolinea Donini - il fatto che continuiamo a vaccinare i vulnerabili per patologia, circa mezzo milione di persone Emilia-Romagna. Siamo all'85,7% con prima dose e al 73,8% anche con la seconda". 

La percentuale di vaccinati arriva al 100% per gli ospiti delle Cra (fragili e anziani) e a 119% per il personale della, con 82mila non residenti vaccinati. 

Vaccinazione, dati per fasce di età 

A regime gli ultraottantenni (98,3% prime dosi  e 94,2 seconde): "La fascia over 60 ha raggiunto una sostanziale immunità di gregge - assicura Donini - siamo sopra il 90% con la prima dose e oltre l'80% con ciclo completo". 

130mila gli over 60 ancora da vaccinare: "Le dosi ci sono per tutti, almeno due terzi di vaccino J&J e Astrazeneca". 

Vaccinazione, efficacia dal 27 dicembre a oggi 

"Il rischio di infezione per i non vaccinati è un tema che l'Istituto Superiore di Sanità sta indagando seriamente - conferma l'assessore - ma emerge chiaramente l'efficacia della vaccinazione nella riduzione dell'incidenza, una barriera dell'89,7% dopo 15 giorni dalla seconda dose. Non è banale l'immunità dopo la prima dose, al 64.4%. Il rischio ricovero è 32 volte più elevato". 

Covid, Bonaccini: "Contagi in aumento, ma ricoveri crollati. Green pass? Va fatta una valutazione"

Voci dalla piazza contro il Green Pass: "Non siamo contro il vaccino, molti se lo sono anche fatto, ma contro il pass" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donini tira le somme: "Contagi su, ma non rischiamo la zona gialla. A fine estate vaccinati al 70%"

BolognaToday è in caricamento