rotate-mobile
Cronaca

Covid, da oggi l'Emilia-Romagna torna in zona bianca

A incidere sul cambio di fascia-colore sono, come è ormai noto, i ricoveri negli ospedali. Cosa cambia

L'Emilia-Romagna torna in zona bianca da oggi, 14 marzo, insieme a Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana e Valle D'Aosta, come annunciato dal ministro della salute Roberto Speranza. 

"Una buona notizia. Continuiamo a essere prudenti per un ritorno graduale alla normalità che tutti desideriamo", aveva commentato l'assessore regionale alla salute, Raffaele Donini. 

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.215.649 casi di positività, 2.725 (756 tra Bologna e Imola)  i contagi registrati nell'ultimo bollettino con una percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 19,8%. 

Zona bianca: cosa cambia

A incidere sul cambio di fascia-colore sono, come è ormai noto, i ricoveri negli ospedali. Nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna i pazienti sono 57 con età media è di 64,8 anni. Nel bolognese sono 27, a Imola 3. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.049, età media 74,4 anni.

Per entrare in zona bianca le terapie intensive devono avere un'occupazione inferiore al 10%, i reparti ordinari al 15% e, attualmente, l'Emilia-Romagna fa registrare rispettivamente il 7% e il 12% di occupazione, come rilevato da Agenas - l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari regionali.

Dal punto di vista di regole, dalla zona gialla a quella bianca non cambia nulla: gli spostamenti sono permessi ovunque purché si sia in possesso del green pass rafforzato. Il sistema di suddivisione dei colori tra l'altro, dovrebbe essere archiviato a partire dall'1 aprile: resterà solo la zona rossa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, da oggi l'Emilia-Romagna torna in zona bianca

BolognaToday è in caricamento