menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assessore alla sanità Giuliano Barigazzi

Assessore alla sanità Giuliano Barigazzi

Covid, focolaio in struttura per disabili a San Lazzaro: 21 positivi, ospiti in isolamento

Il Dipartimento di Salute Pubblica Asl ha fatto sapere "che le prime positività sono state rilevate a seguito dei tamponi effettuati il 2 ottobre"

9 ospiti e 13 operatori/volontari i casi di positività rilevate a seguito dei tamponi effettuati tra il 2 e il 7 ottobre scorso al centro Residenziale per Disabili Zanichelli, nel Comune di S.Lazzaro, nell’ambito dello screening mensile che viene realizzato in tutte le strutture socio-sanitarie.

Il Dipartimento di Salute Pubblica Asl ha fatto sapere "che le prime positività sono state rilevate a seguito dei tamponi effettuati il 2 ottobre: i risultati, pervenuti alla struttura il giorno successivo, hanno evidenziato 4 positività negli ospiti e 5 negli operatori/volontari. Sono stati presi contatti con il coordinatore del centro: sul totale di 11 ospiti, due (positivi e sintomatici) erano ricoverati in ospedale e altri 2 positivi posti in isolamento. Come da protocollo è stata subito avviata l’indagine epidemiologica e il relativo monitoraggio delle condizioni di salute degli ospiti/operatori. È stato, quindi, programmato una ulteriore esecuzione di tamponi a distanza di 7 giorni, al fine di rilevare precocemente l’insorgenza di altri casi. A seguito della comparsa di sintomi in alcuni ospiti nei giorni successivi, la verifica è stata anticipata a mercoledì 7 ottobre". Così, in sede di question time, l'assessore comunale alla sanità Giuliano Barigazzi, in risposta alla domanda del consigliere Gian Marco De Biase (Gruppo misto) sugli ultimi focolai di contagio. 

"Si è valutata l’opportunità di coinvolgere i centri semiresidenziali per disabili afferenti allo stesso gestore (centri diurni e laboratorio occupazionale) e per questo motivo sono stati programmati in data 6 ottobre tamponi su tutti gli ospiti ed operatori delle strutture coinvolte (totale 59) e sottolinea Barigazzi nella risposta scritta letta dall'assessora Susanna Zaccaria - i risultati sino ad ora pervenuti sono negativi. In via cautelativa gli ospiti dei centri diurni sono stati posti in isolamento fiduciario, intervento che è stato attuato in considerazione della particolare fragilità di questa utenza". 

Bollettino 8 ottobre: ancora a Bologna il maggior numero di casi 

L'assessore conferma che "da molti mesi ormai tutte le strutture socio-sanitarie vengono sottoposte a screening periodico con effettuazione di tamponi oro naso faringei per valutare precocemente eventuali casi e procedere rapidamente ai necessari provvedimenti di restrizione. Fra queste strutture vengono ricomprese quelle per disabili che rappresentano un’utenza particolarmente fragile rispetto alla quale è complesso garantire le normali azioni preventive quali distanziamento e utilizzo di mascherine".

Scuola, otto casi di covid nel bolognese: positivi 6 studenti e due docenti

"È del tutto evidente che l’attività di testing sistematica a tutela della salute, assieme al lavoro delle task force Asl che continuano ad operare, sono la garanzia dell’emersione e del contenimento di focolai come questo che testimoniano purtroppo la circolazione del coronavirus nei nostri territori. Le modalità di riprogettazione previste dalle ordinanze regionali, miranti a garantire la massima prevenzione dei rischi di contagio sono state messe in campo per tutte le strutture operanti a Bologna, sia per la popolazione anziana sia per la popolazione con disabilità", conclude l'assessore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tortelli di Canevale: la ricetta dello chef Stefano Barbato

social

Fagottini di mortadella caprino, miele e pistacchio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento