menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A San Lazzaro scatta l'ordinanza mascherine: "Obbligatoria anche sotto i portici"

Il sindaco Isabella Conti lo ha annunciato ieri e le nuove regole valgono fino al 30 maggio: esclusi i bambini sotto i sei anni, chi ha problemi particolari di salute

A San Lazzaro di Savena il sindaco Isabella Conti ha fatto scattare una nuova ordinanza mascherine che è in vigore da ieri e fino al 30 maggio: l'obbligo di utilizzo del dispositivo di protezione delle vie respiratorie viene esteso e reso obbligatorio in alcune particolari circostanze fra cui la camminata sotto i portici. Questa norma va ad aggiungersi all’uso obbligatorio delle mascherine nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all'aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. Dalle ore 18 di venerdì 22 maggio, è dunque obbligatorio indossare la mascherina correttamente (coprendo cioè naso e bocca) anche nelle seguenti particolari circostanze. 

Ecco quando è obbligatorio indossare la mascherina da oggi: 

1. quando si circola o sosta sotto i portici;

2. quando si circola sui marciapiedi che non consentano il distanziamento fisico di un metro;

3. quando si staziona in prossimità di attività commerciali;

4. quando si staziona in prossimità di luoghi al chiuso accessibili al pubblico o si è in attesa di accedere al Palazzo Comunale o altri edifici pubblici.

Quando non è obbligatiorio l'uso della mascherina: 

Secondo l'ordinanza entrata in vigore alle 18 di ieri non è obbligatorio l'uso di protezioni delle vie respiratorie nei seguenti casi: in caso di soggetti di età inferiore ai sei anni; in caso di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina; nei parchi e nei giardini pubblici ove sia possibile mantenere il distanziamento sociale; se si è seduti ai tavoli all’aperto delle attività di somministrazione bevande e alimenti;se si svolge attività sportiva all’aperto (ricordiamo che in questo caso la distanza interpersonale deve essere di due metri). 

La multa: ecco cosa si rischia se non si ripettano le nuove regole: 

Il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui alla presente ordinanza e? sanzionato ai sensi delle norme vigenti ossia con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 25,00 a euro 500,00 ai sensi dell’art. 7-bis TUEL

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento