Una settimana di vacanza 'qui': l'Emilia-Romagna ringrazia i sanitari arrivati ad aiutare

A oggi, sono arrivati 133 infermieri e 61 medici volontari, dislocati in tutte le aziende sanitarie, per per prestare aiuto durante l'emergenza Covid-19

Una settimana in vacanza in Emilia-Romagna a medici e infermieri volontari giunti da ogni parte d'Italia per prestare aiuto durante l'emergenza Covid-19. Ad oggi, sono arrivati 133 infermieri e 61 medici volontari, dislocati in tutte le aziende sanitarie. 

La Regione, in collaborazione con Federalberghi e Assohotel, ringrazia anche in questo modo il personale sanitario arrivato in piena pandemia per assicurare un contributo agli ospedali che stavano affrontando il momento più difficile. 

“Vogliamo offrire la nostra massima ospitalità a ogni medico e infermiere che ha lasciato i propri cari per raggiungere l’Emilia-Romagna e mettersi a disposizione, con generosità e spirito di servizio, dei propri colleghi impegnati negli ospedali della regione ad affrontare il Covid-19- affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini-. Ora che la fase dell’emergenza è passata, con la collaborazione di Federalberghi e Assohotel, vogliamo ringraziarli uno ad uno offrendo una meritata vacanza a loro, insieme ad un accompagnatore, nella nostra regione. È l’abbraccio della nostra terra a chi, senza pensarci un attimo, ha voluto prestare il proprio aiuto. Impegno e generosità che non dimenticheremo mai”. 

La settimana di vacanza, per due persone con trattamento di vitto e alloggio, potrà essere prenotata dal personale sanitario interessato nell’arco temporale di un anno, presso gli alberghi dell’Emilia-Romagna che aderiranno all’iniziativa. 

Proprio oggi, altri 5 infermieri volontari sono arrivati all’aeroporto di Rimini insieme al ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, destinati alle Ausl di Piacenza (1 infermiere), Parma (1), Bologna (2) e della Romagna (1). Ad accoglierli, anche il presidente Bonaccini.

La presenza del ministro Boccia a Rimini per l’inaugurazione all’Ospedale Infermi del primo modulo dell'Hub regionale e nazionale per la Terapia intensiva, mentre domani 5 giugno sarà la volta del ministro della salute Roberto Speranza che sarà in visita negli hub emiliani.

"La proverbiale ospitalità dell'Emilia Romagna si conferma tale ancora una volta. Anche per questo motivo c'è stata una naturale gara di solidarietà tra gli operatori sanitari residenti nelle altre regioni per venire in Emilia Romagna nei momenti più critici della crisi sanitaria. Offrire una settimana di vacanza, quando vorranno nei prossimi dodici mesi, agli operatori sanitari volontari che, nei momenti più drammatici dell'emergenza Coronavirus, hanno risposto alla chiamata delle Protezione civile e sono stati impiegati in prima linea, è stato un gran bel gesto del presidente Stefano Bonaccini. Dalle settimane più difficili di marzo sono arrivati volontariamente negli ospedali, nelle Rsa e nelle carceri emiliano romagnole oltre 200 medici, infermieri e Oss. Con questo gesto l'Emilia Romagna si conferma campione di ospitalità". Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ripartendo da Rimini dopo aver inaugurato l'hub di Terapia intensiva insieme al Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, e il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.

Leggi anche:

Covid, Fase 2: cosa si può fare dal 3 giugno, le novità

Nuova ordinanza: in Emilia-Romagna riaprono terme, centri benessere e funivie

Analisi sull’andamento del Covid-19 in Emilia-Romagna nel mese di maggio

Aperti dopo le 21 nonostante l'ordinanza: multati e chiusi sette alimentari in centro

Turismo, più treni per la Riviera e rimborso spese per chi soggiorna in albergo

Test sierologici, la Regione ora li fa a taxisti, sacerdoti, donatori di sangue, farmacisti

Coronavirus, dalla Regione bonus affitto per famiglie e persone in difficoltà

Fase 2, nuova ordinanza sull'asporto in centro: Merola chiude alimentari alle 21

Fase 2, dehors temporanei e gratuiti: orari, zone e criteri. Tutte le novità

Coronavirus, anche la Regione apre alle cure al plasma

Scuola, protesta sul Crescentone: "Bambini dimenticati, riaprire in sicurezza" | VIDEO

Coronavirus, come è cambiata la nostra vita quotidiana: partecipa al sondaggio

Test sierologico: come funziona, dalla prenotazione all'esito | VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento