Coronavirus, stop eventi in centro: Merola vieta l’utilizzo di piazze e strade, ordinanza in arrivo da Bonaccini

L’ordinanza verrà firmata ed entrerà in vigore il 12 novembre

Verrà firmata domani, 12 novembre, l’ordinanza del sindaco Virginio Merola che vieta l’utilizzo delle piazze e delle strade del centro storico per ogni tipo di manifestazione, iniziativa ed evento "a tutela della salute pubblica con l’obiettivo di evitare assembramenti, come previsto dal Dpcm in vigore", fa sapere il Comune.

L’ordinanza sarà in vigore dal 12 novembre fino a nuove disposizioni. Sono comprese nel divieto anche le attività degli artisti di strada, già sospese dal Dpcm.

Coronavirus, Merola sigla una nuova ordinanza sui parchi 

"Il divieto di assembramento è una delle principali misure di contenimento del contagio, insieme all’obbligo di indossare la mascherina quando non si è isolati e al rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, sono i principali provvedimenti in vigore per contrastare la diffusione del virus. Le strade e le piazze del centro storico di Bologna sono luoghi dove si possono creare situazioni di assembramento favorite da manifestazioni, iniziative ed eventi che attraggono ulteriore pubblico" si legge nella nota di Palazzo D'Accursio. 

Rimangono in vigore inoltre le ordinanze che vietano accesso e stazionamento in tre piazze della città: Piazza San Francesco (tutti i giorni dalle 20 alle 6); Piazza Verdi (tutti i giorni dalle 18 alle 6); la parte di Piazza Aldrovandi davanti ai civici 12 e 12/A-B-C (tutti i giorni dalle 18 alle 6). Superata nei fatti, invece, l’ordinanza che chiudeva cinque parchi cittadini alle 22, visto che il Dpcm in vigore vieta ogni tipo di spostamento dalle 22 alle 5 del giorno successivo eccetto che per motivi di lavoro, necessità e salute.

Salterebbero quindi gli eventi delle Sardine e dei collettivi previsti per il 14 novembre, nonchè il presidio sotto la prefettura convocato da SGB nell’ambito dello sciopero nazionale delle operatrici e operatori sociali. 

La situazione "di crescente emergenza, che si riflette nell'afflusso ai Pronto soccorso e nei ricoveri nei reparti Covid degli ospedali, esige purtroppo ulteriori restrizioni nelle attività" ha detto invece il presidente della Regione Stefano Bonaccini che sta quindi predisponendo una specifica ordinanza regionale che intende adottare nella giornata di domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento