rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza San Francesco

Covid, assembramenti Piazza S. Francesco. Cocconcelli (Lega): "Codice penale per chi cagiona un'epidemia"

La chiusura della piazza disposta dal sindaco incassa, in qualche modo, l'appoggio della Lega

"Se i giovani e meno giovani non hanno ancora compreso quanto questo virus possa propagarsi e infettare noi tutti, deve intervenire l'amministrazione portando sul tavolo della sicurezza in Prefettura anche la possibilità di applicare l'art. 438  e art. 452 del codice penale che prevedono una pena detentiva fino all'ergastolo, per chi cagiona una epidemia, mediante diffusione di germi patogeni". Lo dichiara Mirka Cocconcelli, consigliera comunale del Carroccio e medico, così la chiusura temporanea di Piazza San Francesco, disposta dal sindaco Virginio Merola, dopo le segnalazioni sugli assembramenti serali, incassa, in qualche modo, l'appoggio della Lega. 

"Siamo parlando di un virus che, sulla base delle attuali conoscenze scientifiche è possibile qualificare fra i germi patogeni richiamati nell'art. 438 del cp e che ci ha costretti ad un lunghissimo lockdown con tutto ciò che ne è derivato" evidenza Cocconcelli "Oggi si parla di Piazza San Francesco domani, al rientro degli studenti si parlerà di Piazza Verdi. L'attenzione deve restare alta e comportamenti negligenti come quelli in essere in Piazza San Francesco non devono assolutamente riproporsi, in quanto pongono seri problemi di salute pubblica" - conclude la Consigliera della Lega che durante il question time aveva chiesto l'intervento del sindaco sulla zona (Pratello compreso), rimarcando "la mancanza di  senso di responsabilità e sicurezza nei confronti della salute pubblica". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, assembramenti Piazza S. Francesco. Cocconcelli (Lega): "Codice penale per chi cagiona un'epidemia"

BolognaToday è in caricamento