Covid e smog, nuovo studio conferma: più pericoloso con alto inquinamento

Il report in Regione da esperti Unibo-Arpae: "virus può essere presente nel microbioma del particolato atmosferico e veicolato a distanze superiori ai due metri"

Infezioni più probabili con oltre quattro giorni di polveri 'fuorilegge' e trasmissione del virus anche oltre gli otto metri. Prende corpo la correlazione tra smog e Covid-19, argomento di una audizione con gli esporti oggi in Regione Emilia-Romagna.

Gli esperti che hanno relazionato in commissione, Leonardo Setti, Elena Loli Piccolomini e Fabiana Zama dell'Università di Bologna e Annamaria Colacci del Ctr Ambiente, prevenzione e salute (Arpae) hanno sostanzialmente confermato i sospetti emersi durante le prime fasi dell'epidemia, presenti anche gli assessori alla Sanità Raffaele Donini e all'Ambiente Irene Priolo.

In particolare Setti ha spiegato che "esiste una probabile relazione tra la presenza di particolato, come le polveri fini Pm10, al di sopra dei valori limite e la diffusione del virus, così come tra l'esposizione a questi inquinanti e la mortalità collegata allo stesso Covid".

C'è "evidenza che il virus possa essere presente nel microbioma del particolato atmosferico e quindi che sia veicolato a distanze superiori ai due metri (in assenza di polveri una persona positiva può infettare fino a otto metri, con le polveri oltre otto metri) e che abbia una maggiore capacità di infettare quando il limite di Pm10 e Pm2,5 sforano ripetutamente con serie ravvicinate superiori a quattro giorni consecutivi".

Anche per Annamaria Colacci esiste una correlazione tra l'inquinamento atmosferico e la diffusione del virus, dato che "sono plausibili interazioni da un punto di vista biologico (nesso causale tra esposizione e malattia)". Per l'esperta il virus può entrare a contatto con il nostro organismo attraverso le particelle di particolato dato che i due elementi "convergono su una stessa molecola".

 Non è solo il Movimento 5 stelle, con Silvia Piccinini, a chiedere a questo punto decisioni alla politica. "Da questa audizione emerge che il distanziamento applicato in condizioni normali non è sufficiente in condizioni di inquinamento", sottolinea il dem Giuseppe Paruolo.

Peraltro, come ricorda la Verde Silvia Zamboni, "l'inquinamento atmosferico, in quanto tale, è già motivo di indebolimento delle persone, che diventano quindi maggiormente infettabili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d'Italia è importante" che le politiche a livello regionale, così come a livello locale, tengano conto di questi aspetti". L'emergenza non è finita, ha aggiunto, "deve continuare il lavoro di sensibilizzazione rivolto alla popolazione e si deve proseguire con la prevenzione". (Bil/ Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Soccorsi all'alba in via Emilia Levante: nulla da fare per un ragazzo di 20 anni

  • Lo storico bassista di Vasco Rossi, Claudio Golinelli detto "il Gallo" ha subito un trapianto al fegato

  • Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento