Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Il Cipe finanzia l'anti-Civis: in arrivo 182 milioni per il "Crealis Neo"

Sbloccati i finanziamenti per realizzare 49 filobus a guida vincolata: riprendono quindi i lavori per la mobilità elettrica in città

Si chiude con il passato. Il Cipe ha, infatti, dato il via libera ai finanziamenti per il "Crealis Neo": 182 milioni di euro per 49 nuovi mezzi.

Finalmente l'ok del Ministero. Ne hanno dato notizia, con una nota congiunta, il sindaco Virginio Merola, la presidente della Provincia Beatrice Draghetti, quello della Regione Vasco Errani e la numero uno di Tper Giuseppina Gualtieri: "Soddisfazione per una tappa fondamentale nel percorso di riavvio dei lavori verso il completamento delle opere di un sistema di mobilità a trazione elettrica inserito pienamente nella prevista filoviarizzazione, che integrata con il Sfm, costituirà l'asse portante del trasporto pubblico nella realtà metropolitana bolognese". Il Crealis, si spiega, "é sempre un filobus a guida vincolata che garantirà il collegamento rapido lungo la direttrice storica della via Emilia Levante, dal centro di Bologna a San Lazzaro di Savena, e verso nord, dal centro alla stazione centrale". A differenza del Civis, "il posto guida è a sinistra, e non al centro" e il mezzo "ha inoltre prestazioni ambientali decisamente migliori, essendo Euro 6, ultima classe ecologica in commercio". Ha la funzione di guida assistita in accostamento alle fermate, e non nell'intero tragitto come il Civis, è sempre elettrico, "non inquinante e non necessita di rotaie". Infine, verranno "completati tutti i lavori stradali previsti e realizzati gli impianti filoviari e delle sottostazioni elettriche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cipe finanzia l'anti-Civis: in arrivo 182 milioni per il "Crealis Neo"

BolognaToday è in caricamento