Cronaca Porto / Via della Certosa

'Buonanotte anima mia...': Lucio Dalla riposa nella tomba di famiglia

Le ceneri custodite nella tomba realizzata dallo scultore Antonello Paladino. Alla cerimonia anche Marco Alemanno

Le ceneri sono state inumate in Certosa, in una cerimonia celebrata in forma strettamente privata. Le ceneri saranno custodite nella tomba realizzata dallo scultore Antonello Paladino su progetto di Stefano Cantaroni, amico dell’artista, vicino ai "grandi bolognesi" e ai suoi genitori. 

Alla cerimonia, erano presenti le cugine del cantautore scomparso il primo marzo 2012, lo staff della Pressing, alcuni suoi collaboratori e Marco Alemanno. La tomba - che contiene anche i resti dei genitori di Dalla - è dominata dal profilo di Dalla - con il cappello a tesa in testa e in mano un bastone - ripreso da una fotografia scattatagli da Luigi Ghirri. Ai suoi piedi un clarino in verticale e sul basamento l'incisione: ''Musicista, poeta, maestro di vita''. Sulla lapide, sotto i nomi di Lucio e dei genitori, i versi conclusivi della canzone 'Cara': 'Buonanotte anima mia, adesso spengo la luce e così sia...'.?

"Da oggi Lucio Dalla riposa nella tomba di famiglia. In un soffio era volato via creando un grande e doloroso vuoto in noi e fra tutte le persone che lo amavano e trovavano in lui il poeta, il cantante, l'artista e il grande maestro di vita. Ora si trova nel luogo del lungo sonno, per trascorrere la sua seconda fase della Vita''.

Con un comunicato appassionato i cugini di Lucio Dalla hanno così commentato la traslazione delle ceneri del cantautore all'interno della tomba di famiglia nel cimitero della Certosa a Bologna. I cugini hanno ricordato gli altri grandi presenti nel cimitero - da Carducci a Respighi, da Giorgio Morandi all'architetto Edoardo Collamarini - ''un bel Cenacolo. Sarà in ottima compagnia!''

Quanto alla collocazione della tomba, i cugini hanno ricordato come Dalla, in vita, aveva preso informazioni sulla possibilità di essere sepolto nella parte storica della Certosa: ''ora si trova dunque al suo centro, nella pacata e serena compostezza dell'altra città dove c'è il riassunto della nostra storia in quello spazio prestigioso''. Anche nella realizzazione dell'opera funebre che lo celebra gli eredi hanno spiegato come anche in questa realizzazione ''abbiamo seguito l'insegnamento di Lucio che è cercare giovani talenti artistici dando loro spazio e aiuto''. A realizzarla è stata il suo amico Stefano Cantaroni e Antonello Santè Paladino. che ha plasmato la tomba. ''Crediamo e speriamo che l'opera realizzata sia amata, oltre che da noi, da tutti coloro che lo seguivano, che lo apprezzavano, e che la vorranno visitare''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Buonanotte anima mia...': Lucio Dalla riposa nella tomba di famiglia

BolognaToday è in caricamento