Cronaca

Crespellano, studente investito dal treno: Procura apre un fascicolo

L'ipotesi è di omicidio colposo, ma si tratta di un'ipotesi tecnica per permettere maggiori accertamenti. Ci sono infatti pochi dubbi, in base ai rilievi e ai racconti dei testimoni, sul fatto che si sia trattata di una tragica fatalità

La Procura ha aperto un fascicolo, nell'ipotesi di omicidio colposo, circa la morte di Davide C., lo studente di 17 anni che ieri mattina è morto, investito da un treno mentre attraversava il passaggio a livello di via Michele Ferro, a Crespellano.
Si tratta di un'ipotesi tecnica, per permettere l'adempimento di alcuni accertamenti. Ci sono infatti pochi dubbi, in base ai rilievi eseguiti e ai racconti di alcuni testimoni, sul fatto che si sia trattato di una tragica fatalità.

FORSE ASCOLTAVA MUSICA E NON SI E' ACCORTO DI NULLA. A quanto si è appreso, Davide era appena uscito di casa e avrebbe attraversato il passaggio a livello chiuso per non perdere l'autobus, che aveva visto arrivare sulla vicina via Bazzanese e che doveva prendere per andare a scuola, il liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Casalecchio di Reno. Dietro di lui c'erano alcuni altri ragazzi che dovevano salire sullo stesso bus, e che hanno assistito alla scena: gli hanno gridato più volte: "Treno, treno", ma Davide non li ha sentiti, quasi certamente perchè aveva le cuffiette e stava ascoltando l'mp3.

IL TRENO PROVEDEVA A BASSA VELOCITA'- Non ha sentito nemmeno il treno, un convoglio elettrico della Fer di nuova generazione, particolarmente silenzioso. Il macchinista, sbucato da una curva, non ha potuto fare nulla per evitare l'investimento. Il convoglio si sarebbe dovuto fermare circa 150 metri più avanti, alla stazione di Crespellano, e procedeva a bassa velocità, ma l'impatto ha ucciso sul colpo il giovane, trascinato per circa 90 metri dalla motrice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crespellano, studente investito dal treno: Procura apre un fascicolo

BolognaToday è in caricamento