rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Crevalcore

Carolina risolve il cubo di Rubik in 10 secondi: "A Crevalcore le gare del rompicapo più noto al mondo"

Carolina Guidetti, 23enne crevalcorese, impiega poco più di 10 secondi per risolvere il poliedro tridimensionale inventato nel 1974 da Rubik e diventato famosissimo negli anni '80. Con lei è nato l'evento "Crevalcore al cubo", che oggi apre le porte alle gare

Carolina Guidetti ha 23 anni e il cubo di Rubik lo ha sempre avuto in casa. Era quel "soprammobile" strano e colorato dei suoi genitori, diventato un affascinante rompicapo solo nel momento in cui lo ha visto risolvere da un compagno di classe: "Non lo avevo mai toccato finchè non è diventato una sfida, una combinazione che volevo imparare a risolvere a ogni costo. Una mano me l'ha data la rete, con qualche suggerimento e alcuni tutorial: alla fine sono riuscita a risolvere il mio twisty puzzle". 

Evidentemente imparare a risolverlo non è bastato a questa ragazza di Crevalcore, che ci ha voluto mettere anche il cronometro trasformando una giocosa competizione fra amici in una passione assimilabile a uno sport. Un passatempo di nicchia senza dubbio, ma che le ha aperto un mondo e una comunità. Anche una community a dire il vero, visto che vanno forte sia il suo canale Youtube che la pagina Instagram (79 mila followers) nella quale posta tutti i suoi progressi e dove oggi, ci possiamo scommettere, potremo vedere tante belle foto scattate nel Palazzetto comunale di via Caduti di via Fani, dove di sta svolgendo l'evento che lei stessa si è inventata e che ha potuto realizzare grazie all'appoggio dell'amministrazione locale: "Crevalcore al cubo".

Fra l'altro, lo stesso assessore allo sport Donatello Poluzzi ha dato rilievo alla manifestazione: “Felici di ospitare, per la prima volta a Crevalcore, Carolina e gli altri atleti” per valorizzare e dare spazio e visibilità a tutte le discipline sportive, anche quelle meno consuete. Il cubo di Rubik si può considerare uno sport a tutti gli effetti perché è necessario applicarsi ed allenarsi con costanza per ottenere buoni risultati. Carolina infatti ci ricorda che per raggiungere obiettivi e risultati importanti bisogna sempre mettere impegno, serietà e molta costanza". 

Un ripasso sul cubo di Rubik. Il "Cubo Magico" (così come era stato chiamato dal suo ideatore) è stato inventato nel 1974 dal professore di architettura e scultore ungherese Ernö Rubik. Nel 1975 ottenne il brevetto ungherese chiamandolo appunto "Magic Cube", che cinque anni dopo fu rinominato Rubik's Cube dalla Ideal Toy. E fu proprio negli anni '80 che questo poliedro tridimensionale ebbe il suo periodo di maggiore successo. Lo scopo del gioco è quello di riordinare le facce colorate del cubo in modo che su ognuna ci sia un solo colore. La disciplina di risolverlo in velocità si chiama speedcubing. Fra le curiosità legate a questa disciplina ci sono le gare da bendati e anche quelle eseguite con i piedi. 

WhatsApp Image 2022-11-05 at 20.51.13 (1)

Carolina, quando e come hai cominciato a risolvere cubi di Rubik? Dove hai trovato il tuo primo cubo visto che hai 23 anni e, diciamolo, questo è un gioco che conoscono altre generazioni? 

"Era lì in casa da sempre, ma non avevo mai provato a risolverlo. Poi un mio compagno di classe è venuto a scuola portandosi dietro il suo e l'ho visto mentre spostava i quadretti velocemente arrivando al suo scopo. Una volta rientrata, ci ho provato per la prima volta. Se ce l'aveva fatta lui, potevo farcela anche io. Ma non è così semplice e ho cercato aiuto in rete, dove ho trovato suggerimenti e formule". 

Ci parli dell'evento? Come è nata l'idea e perché si svolge proprio a Crevalcore? 

"Si tratta di una due giorni (sabato 5 e domenica 6 novembre ndr) dedicata unicamente al cubo di Rubik durante i quali ci si sfida a risolvere il prima possibile il proprio gioco. La gara è assolutamente ufficiale e gli eventuali record saranno registrati. L'evento è stato organizzato qui perché io sono crevalcorese e dal momento in cui ho avuto lo stimolo di organizzare qualcosa di così speciale ho avuto l'appoggio non solo dell'associazione Cubing Italy, ma anche del comune, che ci ha dato il patrocinio". 

Quanti sono i partecipanti alla gara? 

"Intanto l'evento è aperto a tutti e non solo a chi fa la gara. In ogni caso sono un centinaio i partecipanti, ma ci aspettiamo anche tanti curiosi, che potranno osservare le competizioni e scoprire qualcosa di più su questo mondo affascinante e divertente". 

Carolina, qual è il tuo record? E quale quello mondiale?

"Quello mondiale è dello speedcuber Yusheng Du (2018) di 3 secondi e 47, il mio di 10 secondi". 

Esiste una formula, un segreto? 

"Esiste una formula per risolverlo, sì. Ma tanto dipende dalla combinazione di disordine dalla quale si parte. Per questo il punteggio viene calcolato in base alla media dei tempi di tre risoluzioni". 

Potrebbe essere questa la prima edizione?

"Magari! Sarebbe bello potesse diventare un appuntamento fisso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carolina risolve il cubo di Rubik in 10 secondi: "A Crevalcore le gare del rompicapo più noto al mondo"

BolognaToday è in caricamento