Crevalcore: scassina la 'casetta' del terremoto, 49enne in manette

Prima un gran baccano, poi si è nascosto dietro un frigorifero

Foto archivio

Un 49enne modenese, di professione giardiniere, è finito in manette a Crevalcore per tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. 

Ieri notte, la Centrale Operativa del 112 è stata informata che in via Fiocchi a Bevilacqua, un uomo con il volto coperto da un passamontagna aveva tentato di entrare in una casetta di legno che durante il terremoto del 2012 era stata adibita a deposito per un negozio di generi alimentari.

All’arrivo dei Carabinieri, alcuni testimoni che si trovavano nei pressi di un bar, hanno raccontato che il ladro non aveva preso grandi precauzioni, tanto che aveva fatto un gran rumore nel tentativo di scasso della porta e poi, vistosi scoperto, si era nascosto dietro a un frigorifero esterno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta individuato e accompagnato in caserma, il modenese è stato trovato in possesso anche di guanti da lavoro e di strumenti da scasso. In sede di giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato e in attesa dell’udienza, prevista alla fine del mese: è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Modena, con permanenza domiciliare notturna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

Torna su
BolognaToday è in caricamento