Crevalcore, incendio in case Acer, 15 evacuati: probabile causa il mozzicone di una sigaretta

L'incendio nella notte, propagatosi da un divano dell'appartamento al piano terra. Immediato l'intervento, cinque in ospedale

Incendio questa notte intorno alle tre a Crevalcore al piano terra di una palazzina Acer di via Perti. Intossicate cinque persone, di cui due Carabinieri: l'intossicazione è lieve, ma i due residenti dell'appartamento in cui ha avuto origine il rogo sono stati ricoverati nell'ospedale di San Giovanni in Persiceto. Si tratta di una coppia: lui classe '63 e lei classe '51. Immediati gli interventi di Vigili del Fuoco e Carabinieri. 

L'origine dell'incendio, un divano: potrebbe essere stato il mozzicone di una sigaretta o un corto circuito provocato da una presa multipla. Le fiamme limitate all'appartamento, il fumo si è propagato in tutto lo stabile, che è stato evacuato (15 persone in totale). Una coppia di anziani (90enni entrambi) avevano cercato di restare nella loro casa per paura che fosse una scusa per derubarli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Bollettino Covid Bologna 18 maggio: vicini a zero casi, ma ancora 4 morti | GRAFICI E DATI, COMUNE PER COMUNE

Torna su
BolognaToday è in caricamento