Cronaca

Crisi Afghanistan, a Bologna un centinaio di esuli

I numeri forniti dall'asessore Marco Lombardo in Question TIme

Sui 5.000 profughi afghani accolti in Italia, 500 saranno ospitati in Emilia-Romagna e di questi circa un centinaio a Bologna. A fare il punto è l'assessore comunale Marco Lombardo, questa mattina rispondendo in Consiglio all'interrogazione del dem Francesco Errani, dopo una riunione svolta a livello regionale lunedì scorso. Per poter accogliere al meglio i profughi, però, manca un tassello.

"Abbiamo bisogno del decreto del Governo per allargare la rete Sai- spiega Lombardo- per poter mettere a disposizione posti già oggi disponibili. Ogni ulteriore ritardo per la mancanza di coperture finanziarie non è giustificabile, vista l'emergenza. Mi auguro quindi che sia questione di poche ore, in modo da consentirci di trovare non solo la localizzazione migliore per le famiglie, ma anche andare incontro alle esigenze di queste persone".

Secondo i Comuni, spiega infatti Lombardo, "solo la rete Sai può attivare i necessari strumenti di supporto per l'accoglienza anche dei nuclei familiari. Non è solo un tema logistico- sottolinea l'assessore- ma anche di mediazione culturale, inserimento lavorativo e percorso scolastico". Per questo, le strutture di accoglienza straordinaria, come i Cas, devono essere utilizzati "solo per periodi temporanei"

Nelle settimane scorse, aggiunge Lombardo, "tante disponibilità sono state manifestate da associazioni, terzo settore e anche da privati cittadini. Vista la delicatezza della situazione, sarebbe utile che il decreto Sai permettesse l'affidamento diretto dei posti, non con nuove gare, ma anche che si possano raccogliere le disponibilità del terzo settore". Sottoscrive l'appello anche Errani.

"Questa drammatica situazione richiama una presa responsabilità collettiva per garantire percorsi di inclusione e ampliare le rete Sai- afferma il consigliere Pd- deve essere fatto ogni sforzo per dare un'adeguata assistenza e serve un patto di ospitalità che coinvolga tutta la città per garantire vera integrazione, non solo accoglienza". (San/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Afghanistan, a Bologna un centinaio di esuli

BolognaToday è in caricamento