menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Zamboni: 'No al dibattito fascista', il Cua picchetta aula di Giurisprudenza

I militanti del Collettivo Universitario Autonomo hanno iniziato a presidiare l'aula dove nel pomeriggio è previsto un dibattito sulla guerra in Siria promosso da Azione Universitaria

Acque agitate in via Zamboni. Da questa mattina una decina di militanti del Cua - Collettivo Universitario Autonomo stanno  presidiando gli ingressi della Sala dell'Arme di Palazzo Malvezzi, nella sede di Giurisprudenza, al civico 22. 

Nel pomeriggio è previsto un dibattito sulla guerra di Siria, promosso dall'associazione di studenti di destra Fuan - Azione Universitaria e animato dall'associazione Eurasia. "Siamo in presidio permanente, per evitare che questo pomeriggio si svolga il dibattito fascista!" esclama il collettivo, aggiungendo: "Se si parla di Siria si deve parlare della rivoluzione in Rojava! Non permetteremo che l'estrema destra si insinui in università con la scusa di qualche pretestuoso dibattito!".

Anche il collettivo Hobo chiama alla mobilitazione in Piazza Verdi alle 16, chiamando in causa "la collaborazione tra l’AlmaMater di Bologna, nelle persone del Rettore Ubertini e della Preside della facoltà di giurisprudenza Nicoletta Sarti, e la rivista di studi geopolitica Eurasia" considerata dai collettivi troppo vicino all'estrema destra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento