rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Castel Maggiore

Dall'amore alla paura. Relazione tossica finisce con un braccialetto elettronico al polso

Era diventato un incubo. Temendo per la propria incolumità e per quella della figlia, ha deciso di denunciare il compagno che è finito nei guai

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Calci, schiaffi, minacce e offese. Anche davanti alla figlioletta. Dall'amore all'incubo: la parabola di una relazione schiantasi nel tempo. E da qui la paura.  Paura che poi è diventata coraggio. Così Margherita (nome di fantasia) ha deciso di dire basta. Di non minimizzare più. Di denunciare l'uomo che un tempo aveva amato. 

Una storia come tante, purtroppo. Intrisa di violenze - fisiche e verbali - che detonano tra le mura di casa. Come ha raccontato Margherita ai Carabinieri della Stazione di Castel Maggiore. La convivenza tra i due non ha funzionato e col tempo - ha spiegato la donna - il compagno si è reso responsabile di aggressioni varie anche in presenza della figlia minore nata dalla relazione tra i due. Per tale motivo, Margherita temendo per la propria incolumità e quella della figlia, ha deciso di interrompere la relazione e denunciare quanto subiva da tempo.

All'esito delle indagini, all'ex convivente - un 45enne italiano - è stata notificata la misura cautelare emessa da Giudice: è stato disposto l' allontanamento da casa e il divieto di avvicinamento alla compagna, con applicazione del braccialetto elettronico. L'uomo è indagato per maltrattamenti contro familiari o conviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'amore alla paura. Relazione tossica finisce con un braccialetto elettronico al polso

BolognaToday è in caricamento