rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Ecco cosa prevede il 'decreto maltempo'

Stop a bollette e tasse, cassa integrazione, estrazioni speciali di Lotto e SuperEnalotto, rincaro biglietti musei. Sono alcune delle misure per fronteggiare l'emergenza. Bonaccini: "Questo è un primo decreto, ne servirà poi uno per la ricostruzione. Occorreranno miliardi di euro"

Il governato dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha incontrato la Premier, Giorgia Meloni, per fare un punto sulla situazione post alluvione in Emilia Romagna. Il summit al termine del consiglio dei ministri durante il quale il Governo ha discusso del primo pacchetto di misure da stanziare a supporto della nostra Regione, mettendo già in conto la necessità di dovere intervenire nuovamente una volta che il bilancio dei danni sarà più chiaro.  

Nel decreto varato ad hoc per fronteggiare l'emergenza - che vede un totale di due miliardi sul piatto -  tra i punti salienti vi sono:

  • Estensione dello stato di emergenza già previsto il 4 maggio. Il numero dei comuni coinvolti ora dovrebbe superare i cento. 
  • Sospensione dei versamenti tributari e contributivi, fino a ottobre o novembre.
  • Sospensione dei processi.
  • Cassa integrazione per le aziende la cui attività è bloccata.
  • Possibilità di recuperare le prove dei concorsi pubblici per i candidati che vivono nei Comuni alluvionati.
  • La sospensione dei mutui dei privati non dovrebbe entrare nel decreto, ma in un accordo con l'Abi.

Stop a bollette e tasse e la cassa integrazione

"Il decreto legge prevede la sospensione dei termini relativi ai versamenti tributari e contributivi fino 31 agosto. Sul tema delle utenze è stata deliberata la sospensione da parte di Arera. Per quanto riguarda i mutui, non c'è bisogno di una norma. Su questo fa fede il protocollo d'intesa con Abi sulla sospensione dei mutui in caso di eventi calamitosi", ha detto la presidente del Consiglio,  presentando i provvedimenti economici contenuti nel decreto legge con misure per l'emergenza dopo le alluvioni in Emilia Romagna e Marche.

Nel decreto legge varato dal Consiglio dei ministri è prevista anche "la cassa integrazione in deroga per tutti i dipendenti fino a 90 giorni, una misura coperta fino a 580 milioni di euro. E c'è anche un bonus una tantum fino a 3mila euro per i lavoratori autonomi costretti a interrompere l'attività, con copertura fino a 300 milioni di euro".

Riguardo i dipendenti pubblici "c'è, per quello che concerne la burocrazia, la sospensione di tutti i termini amministrativi, compresi i concorsi. I dipendenti pubblici delle zone colpite, qualora fossero fisicamente impediti dal lavorare, verranno ugualmente retribuiti".

La Giunta regionale dell'Emilia-Romagna ha invece previsto il rinvio al 30 settembre 2023 del termine di pagamento delle tasse automobilistiche in scadenza il 30 aprile e il 31 maggio. Il provvedimento riguarderà le province di Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. "Abbiamo deciso di assumere questo provvedimento pienamente consapevoli delle tante difficoltà che stanno affrontando i nostri cittadini e le nostre imprese colpite da maltempo e alluvione- sottolinea l'assessore regionale al Bilancio, Paolo Calvano - Come è già avvenuto in precedenza, abbiamo deciso di intervenire facendo slittare il pagamento di una tassa di competenza regionale". Viene dunque concesso tempo fino al 2 ottobre per pagare le tasse automobilistiche in scadenza il 30 aprile e il 31 maggio 2023. 

Scuola, università e cultura: cosa prevede il nuovo decreto

 "Per la scuola prevediamo un fondo da 20 milioni di euro per la continuità didattica. Per quanto riguarda l'Università c'è un fondo di solidarietà di tre milioni e mezzo", ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni parlando dei provvedimenti del governo per scuola e università dopo i problemi dovuti all'alluvione. Per gli studenti costretti a fare didattica a distanza, invece, Meloni ha detto che si sta "lavorando per acquisto di computer da mettere a disposizione degli studenti che dovessero operare con didattica a distanza".

Estrazioni speciali di Lotto e SuperEnalotto e rincaro biglietti musei 

In più, come riferito dalla presidente del Consiglio, il ministro della cultura Sangiuliano ha deciso l'aumento di un euro per i biglietti dei musei, allo scopo di "finanziare il recupero dei danni alle opere d'arte e ai luoghi di cultura danneggiati dall'alluvione".

Nuovo decreto maltempo Emilia Romagna, Meloni illustra tutte le misure: 

Miliardi di euro per la ricostruzione

Dopo il Consiglio  la premier e alcuni ministri hanno incontrato il governatore , accompagnato dai sindacati e dal mondo produttivo locale. Bonaccini ha presentato al Governo un documento con quelli che sono ritenuti punti cardine per il post emergenza. Tra questi la richiesta di un commissario alla ricostruzione e il "Patto per il Lavoro e per il clima" e ha sottolineato: "Questo è un primo decreto, ne servirà poi uno per la ricostruzione". E ha ricordato: "Serviranno tante risorse, parliamo di miliardi di euro di danni". Sotto la voce ricostruzione, ha aggiungo il Governatore, ci sono il tema delle frane, dei fiumi e delle strade e viabilità.

"Danni così sulle strade non li vedevamo dalla Seconda Guerra Mondiale"

Sulla enormità dei danni  è intervenuto anche il sindaco di Bologna, Matteo Lepore. "Nell'area metropolitana di Bologna abbiamo problemi soprattutto nell'imolese per le frane, per le strade ammalorate o interrotte, per i ponti che sono crollati. I numeri che stanno emergendo in queste ore sono molto impegnativi". Così il primo cittadino a margine della presentazione della 40esima edizione del Cersaie, la fiera della ceramica in programma a BolognaFiere dal 25 al 29 settembre. Poi ha aggiunto: "Le risorse che serviranno per fare risollevare l'Emilia-Romagna sono ingenti, non serviranno milioni di euro ma miliardi di euro. I danni che abbiamo visto sulle strade delle aree colpite non li vedevamo dalla Seconda Guerra Mondiale". 

Una prima stima della Regione fatta nei giorni scorsi parlava di 620 milioni di danni solo per strade e ferrovie . All'ombra delle Due Torri pure si erano ipotizzate delle prime - prvvisorie - cifre, sull'ordine di 110 milioni di euro riferiti ai soli danni su strade comunali e provinciali. 

Le reazioni

Con lo stanziamento di due miliardi di euro da parte del Governo Meloni "viene dato concreto ed effettivo supporto all'Emilia-Romagna. Il Governo- dichiara Galeazzo Bignami (Fdi), viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti- mette in campo fin da subito risorse fondamentali per la ricostruzione del territorio e la ripresa delle attività. Il primo passo per permettere all'Emilia-Romagna di rialzarsi".

"Un segnale importante per i tanti territori che sono ancora alle prese con la conta dei danni". Così il presidente nazionale di Copagri, Tommaso Battista, commentando l'approvazione da parte del Consiglio dei ministri del decreto che stanzia fondi dopo l'alluvione in Emilia-Romagna. "Apprezziamo, in particolare, l'impostazione alla base del cosiddetto 'DL Alluvioni', con la quale il Governo - continua Battista in una nota- si è impegnato prontamente a fare sinergia tra tutti ministeri così da mettere in campo a strettissimo giro un plafond complessivo pari a circa due miliardi di euro

Promosso anche da Cgil, Cisl e Uil dell’Emilia-Romagna il decreto del governo che mette a disposizione i primi 2 miliardi per l'emergenza in Emilia-Romagna. "Le prime misure presentate vanno nella direzione auspicata nella dichiarazione congiunta condivisa nell'ambito del Patto per il Lavoro e il Clima e presentata al governo", riconoscono i confederali che chiedono però che alcuni aspetti vengano approfonditi ma soprattutto che si acceleri sulla ricostruzione, nominando al più presto un commissario straordinario.

Giovedì attesa in regione Von Der Leyen

Giovedì 25 maggio è anche prevista la visita in Emilia-Romagna della presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen. Ad annuncialro, il governatore Stefano Bonaccini, dopo l'incontro di oggi con la premier Giorgia Meloni al termine del Consiglio dei Ministri. "L'Europa ci stia vicina attraverso l'accesso al Fondo di solidarietà europeo sono risorse importanti, così come le centinaia di milioni di euro che furono stanziati durante il post-sisma".

Alluvione, info utili

Storie e testimonianze tra acqua e fango 

Il Palasport di Molinella diventa “casa” per centinaia di rifugiati | VIDEO

Monterenzio isolata, il sindaco: "Sono venute a galla le nostre fragilità. Si è costruito male"

48 ore nella morsa del maltempo, in 60 secondi | VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco cosa prevede il 'decreto maltempo'

BolognaToday è in caricamento