Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Delbono, pm chiede archiviazione per accusa di corruzione e viaggio a Parigi

La Procura di Bologna ha chiesto l'archiviazione per l'ipotesi di corruzione a carico dell'ex sindaco. La difesa ha buone speranze anche per la vicenda "bancomat" affidato a Cinzia Cracchi

La Procura della Repubblica di Bologna ha richiesto l'archiviazione per l'ipotesi di corruzione a carico di Flavio Delbono e di Gianluca Muratori. "Abbiamo ragionevoli motivi per ritenere che anche l'altra indagine nella quale si ipotizza il reato di corruzione a carico del Prof. Delbono e di Mirko Divani sia destinata ad una richiesta di archiviazione". Così dichiarano gli avv. Gaetano Insolera e Paolo Trombetti, difensori dell'ex sindaco.

LE ACCUSE. L'ipotesi di accusa riguarda un viaggio nel 2008 che Delbono e la sua allora compagna Cinzia Cracchi, fecero insieme a Muratori, direttore del consorzio Cipea (il consorzio bolognese che associa 750 imprese artigiane edili), e consorte e i biglietti dell'aereo (186 euro l'uno) vennero pagati con la carta di credito del Cipea. "C'é la prova che il Cipea è stato rimborsato", aveva spiegato Muratori.

L'altro filone che ipotizza la corruzione è quello relativo ai rapporti di Delbono con Mirko Divani, suo amico, consulente del Cup2000, e intestatario del bancomat che Delbono affidò a Cinzia per anni per prelevare denaro. Per le altre vicende Delbono ha chiuso con due patteggiamenti: il secondo ad un mese e dieci giorni, in continuazione con la precedente condanna a un anno, sette mesi e dieci giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delbono, pm chiede archiviazione per accusa di corruzione e viaggio a Parigi

BolognaToday è in caricamento