Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Prelievi sospetti dai conti degli anziani: scatta sequestro preventivo da 288mila Euro

Secondo le accuse mosse dalla procura in due, approfittando di una delega, avrebbero circonvenuto una coppia di anziani e fatto compere con il denaro affidatogli

Sono indagati a piede libero, ma il frutto del presunto reato è stato interamente sequestrato a scopo preventivo. E' con una ordinanza del Gip del tribunale di Bologna Grazia Nart che a due coniugi di 64 e 53 anni, sono stati sequestrati 288mila Euro, presunto ammontare di una somma distratta dai conti di due anziani, ospitati in una Rsa, e dai quali gli indagati avevano ricevuto una delega.

Le accuse per i due coniugi sono di circonvenzione di persone incapaci e autoriciclaggio. Delle indagini si sta occupando il pm Antonello Gustapane che ha coordinato le attività dei carabinieri del nucleo investigativo. Dagli accertamenti emersi sembra che il 64enne e la 53enne, entrambi bolognesi, invece di utilizzare i soldi per sostenere una coppia di anziani ricoverati in una struttura privata, li avevano adoperati per acquistare un bar, un’automobile e le quote sociali di una cooperativa. Il tutto, approfittando dello stato di minoranza fisica e psichica dei due malcapitati.

Un escamotage per fini di lucro che aveva consentito ai due soggetti di avere disponibilità in tutto di 288.000 Euro, prelevati dai conti degli anziani. L’esecuzione del provvedimento giudiziario eseguito dai militari ha consentito di sequestrare l’intero patrimonio acquisito illegalmente dai due conviventi bolognesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prelievi sospetti dai conti degli anziani: scatta sequestro preventivo da 288mila Euro

BolognaToday è in caricamento