Il virus Dengue arriva nei Quartieri Santo Stefano e Navile: attivate misure di profilassi

Accertato un caso. Si tratta di una malattia infettiva, la terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto a ridurre i dolori. Il Comune tranquillizza: 'Si procederà con la disinfestazione delle aree pubbliche circostanti l'abitazione della persona colpita"

È  stato accertato un caso importato di malattia da virus Dengue che interessa alcune aree  dei  Quartieri  Santo Stefano e Navile, segnalato ieri pomeriggio dal Dipartimento  di  Sanità  Pubblica  della  Azienda  U.S.L. di Bologna su un cittadino domiciliato in città.

La  dengue  è  una malattia infettiva, che normalmente ha un decorso benigno con  una  fase  acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi. La terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto a ridurre i dolori. Viene trasmessa da zanzare del genere Aedes. I sintomi? Si presenta con febbre, cefalea, dolore muscolare e articolare, esantema. 

Il Comune fa sapere che "sono state immediatamente attivate le misure di profilassi": nelle notti tra li  giorni  10 e il 13 settembre si  procederà con le disinfestazione delle aree   pubbliche  circostanti  l’abitazione  della  persona  colpita  (come previsto  dallo  specifico  protocollo  regionale) e delle aree frequentate dalla  stessa  e  con  la  disinfestazione e rimozione di eventuali focolai larvali accedendo alle aree private. Tali  situazioni di  criticità   - sottolinea l'amministrazione - "non  possono che confermare la particolare attenzione   del  Comune  sul  tema  della  lotta  alla  zanzara  tigre:  i trattamenti  periodici  di  prevenzione  al  fine di evitare il proliferare della zanzara sono obbligatori per tutti i proprietari o conduttori di aree e  terreni ai sensi dell'art.148 del vigente Regolamento Comunale di Igiene nel  periodo aprile-ottobre e, nel caso di aree pubbliche (parchi, strade, edifici  di  proprietà,  ecc..)  sono  eseguiti a cura dell'amministrazione comunale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’  indispensabile, ricorda infine il Comune, che  i  soggetti  privati  provvedano  a  trattare  con specifici prodotti larvicidi i pozzetti e i tombini di raccolta delle acque piovane,  eliminino  l’acqua  dai sottovasi e non vengano lasciati secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto, evitando in questo modo il ristagni idrici  che  possono  essere  oggetto  di  sviluppo larvale della zanzara tigre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bufera social, Cremonini sulla colf: "L'ho chiamata Emilia, se pago posso cambiare il nome"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Positivi due lavoratori di una pizzeria a Casalecchio, la scoperta dopo una rissa: tamponi a tappeto e controlli

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

Torna su
BolognaToday è in caricamento