Caso di Dengue nel quartiere San Vitale: attivata la disinfestazione

Tra l'11 e il 14 agosto, disinfestazione delle aree pubbliche circostanti l'abitazione della persona colpita comprendente le vie Cartoleria, Rialto, Castelalta, Braina e parte di via Castiglione, e con la disinfestazione e rimozione di eventuali focolai larvali accedendo alle aree private.

È stato accertato un caso di malattia da virus Dengue in zona quartiere San Vitale,  segnalato questa mattina dal Dipartimento di Sanità Pubblica della Azienda U.S.L. di Bologna su un cittadino domiciliato a Bologna. Lo rende noto il Comune di Bologna che sottolinea: "La  dengue  è  una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con  una  fase  acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi. La terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto a ridurre i dolori". 

Sono state immediatamente attivate le misure di profilassi: nelle notti tra l'11  e  il  14  agosto  si   procederà  con  la disinfestazione delle aree pubbliche  circostanti  l’abitazione  della  persona colpita (come previsto dallo  specifico  protocollo  regionale),  comprendente  le vie Cartoleria, Rialto,   Castelalta,   Braina  e  parte  di  via  Castiglione,  e  con  la disinfestazione  e  rimozione  di  eventuali focolai larvali accedendo alle aree private.

Tali  situazioni  di  criticità  non  possono che confermare la particolare attenzione   del  Comune  sul  tema  della  lotta  alla  zanzara  tigre:  i trattamenti  periodici  di  prevenzione  al  fine di evitare il proliferare della zanzara sono obbligatori per tutti i proprietari o conduttori di aree e  terreni ai sensi dell'art.148 del vigente Regolamento Comunale di Igiene nel  periodo aprile- ottobre e, nel caso di aree pubbliche (parchi, strade, edifici  di  proprietà,  ecc..)  sono  eseguiti a cura dell'amministrazione comunale.

E’  indispensabile  che  i  soggetti  privati  provvedano  a  trattare  con specifici prodotti larvicidi i pozzetti e i tombini di raccolta delle acque piovane,  eliminino  l’acqua  dai sottovasi e non vengano lasciati secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto, evitando in questo modo il ristagni  idrici  che  possono  essere  oggetto  di  sviluppo larvale della zanzara tigre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Via de Carolis: esalazioni sulle scale, palazzina evacuata e dieci intossicati

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento