menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dipendenti assenteisti all'Ibc, il giudice archivia tutto: 'Assenze forse recuperate'

Il gip accoglie in pieno le tesi della Procura. 27 i dipendenti coinvolti, in un caso è arrivato il licenziamento. Il caso venne sollevato da Striscia la notizia e provocò un 'terremoto' negli uffici di via Galliera

Si chiude con l'archiviazione l'indagine della Procura di Bologna sui 27 dipendenti dell'Istituto dei beni culturali dell'Emilia-Romagna finiti sotto inchiesta per alcuni presunti episodi di assenteismo portato alla luce dalla trasmissione televisiva 'Striscia la notizia'.

La richiesta di archiviazione avanzata lo scorso marzo dal pm Michela Guidi e dal procuratore capo Giuseppe Amato è stata infatti accolta dal gip Aldo Resta, che ha ritenuto l'istanza della Procura "meritevole di accoglimento" e "pienamente condivisibili le ragioni addotte dal pm".

Due in particolare, secondo Resta, le "questioni rilevanti", vale a dire "la disciplina dell'orario di lavoro per i dipendenti dell'Ibc" e la "rilevanza penale della quantificazione del danno". Sul primo punto, scrive il gip, "non si può escludere con certezza che le assenze individuate non siano poi state recuperate durante altre giornate", stante "il principio della flessibilità mensile dell'orario di lavoro".

Per quanto riguarda, invece, la rilevanza penale del danno, per Resta "non è possibile asserire, alla luce del principio della flessibilità", che la condotta degli indagati abbia causato "un pregiudizio patrimoniale e funzionale tale da attingere il rilievo penale".

Da qui la decisione di archiviare l'inchiesta, a seguito della quale la Regione aveva avviato degli accertamenti disciplinari che avevano portato al licenziamento di un dipendente Ibc, Vincenzo Colombo (padre dell'ex assessore comunale di Bologna, Andrea), e alla sospensione di altri due. (Ama/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento