rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022

Dipendenza da cocaina: "Il mostro lo vedi solo dopo un po’ di tempo”|VIDEO

"Dopo una serie di controlli i medici hanno scoperto un infarto, io non mi ero accorto di nulla. Per fortuna i danni non erano tali da rischiare la vita, ma ci sono andato vicino”

“Nonostante avessi preso le distanze dalla cocaina sentivo ancora che certi demoni non erano spariti”. Il percorso di M. nel mondo delle sostanze è iniziato molto presto: aveva solo 12 anni quando si è avvicinato all’alcol; l’incontro con la cocaina è avvenuto più tardi, da adulto, dopo un divorzio e un periodo di depressione.
“In quella fase della mia vita ho incontrato la cocaina – racconta M. –. Ho conosciuto il mostro che però vedi solo dopo un po’ di tempo”. M. parlerà della sua esperienza con le sostanze e del suo percorso terapeutico durante l’evento “Oltre lo specchio. La cocaina tre mito e realtà” organizzato da Open Group, cooperativa bolognese che da anni lavora in collaborazione con i servizi del territorio per supportare le persone che stanno affrontando un percorso di uscita dalla dipendenza. L’incontro, aperto a tutti, si svolgerà online
mercoledì 23 giugno dalle ore 10, con una diretta streaming sulla pagina Facebook della cooperativa.

“C’è stato un momento in cui avevo quasi smesso, usavo la cocaina sporadicamente e frequentavo dei servizi di cura privati – continua M. – . Poi però ho avuto un’altra delusione amorosa, altra depressione e sono passato al crack”. Dopo un anno di assunzione ha perso il controllo, arrivando a consumare anche dieci grammi di crack al giorno. “Ricordo di essere stato molto male e di essermi trascinato in ospedale. Dopo una serie di controlli i medici hanno scoperto un infarto, io non mi ero accorto di nulla. Per fortuna i danni non erano tali da rischiare la vita, ma ci sono andato vicino”.

La paura e la rabbia per le condizioni precarie hanno spinto M. a intensificare gli incontri con la sua psichiatria e a rivolgersi anche ai servizi sanitari per le dipendenze patologiche, passando anche per i Timeout, un gruppo terapeutico della Rupe, comunità di accoglienza di Open Group. “Ho iniziato con incontri singoli e poi di gruppo con altri consumatori – conclude –: questo mi ha aiutato ad uscirne”.

Nel tunnel della cocaina, la storia di A.: "Dopo anni non ti riconosci più" | VIDEO

Dipendenze, la testimonianza di L.: “La cocaina era una risorsa per affrontare la vita" | VIDEO

La pandemia ha cambiato le abitudini all'uso di droghe tra i giovani: "Ultima tenenza l'affitto di case per sballarsi"| VIDEO

Video popolari

Dipendenza da cocaina: "Il mostro lo vedi solo dopo un po’ di tempo”|VIDEO

BolognaToday è in caricamento