menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabilità, incentivi per rendere accessibili i locali: si parte dalla "T"

L'abbattimento delle barriere architettoniche nella 'T' prenderà forma in primavera

Incentivi agli esercizi commerciali di Bologna che renderanno accessibili alle persone con disabilità i propri locali. Si partirà dall'attuazione del Piano d'azione sperimentale nella 'T' (via Indipendenza, via Rizzoli, via Ugo Bassi).

Entro marzo il Comune di Bologna, che sta lavorando al 'Progetto rampe' insieme a Uildm e altri enti ed associazioni nel territorio, arriverà "alla pubblicazione di un bando che consenta al progetto di entrare in fase operativa", annuncia l'assessore comunale all'Accessibilita Bologna, Marco Lombardo, durante la commissione Territorio di questa mattina.

Abbattimento delle barriere

Tra le proposte del programma 'Bologna oltre le barriere', c'è anche l'abbattimento delle barriere architettoniche nella 'T'. Prenderà forma in primavera con un avviso pubblico che garantirà sostegno economico a chi modificherà l'accessibilità ai propri locali.

Giornata della disabilità, Lombardo: "Usciamo dalla logica del giocattolo rotto. Liberiamo il potenziale umano"

"Il piano di adeguamento alle rampe per gli esercenti verrà garantito attraverso misure di incentivi economici e fiscali che rendano il costo del lavoro di adeguamento, integralmente deducibile dalle tasse", si legge nel Piano di inclusione universale (Piubo). Il 'Progetto rampe' inoltre definisce "obblighi graduali per gli esercenti in base alle condizioni del contesto e fornendo, al contempo, opportuni incentivi e supporti alla progettazione della soluzione più idonea", si legge nel testo della proposta.

"Tutta la Giunta è impegnata nel rendere operativo il Piano e credo che ora si siano poste le condizioni per un lavoro collettivo, sia in questi mesi, ma anche nei prossimi anni perchè è un impegno che ci dobbiamo prendere tutti" - ha sottolineato Lombardo, il tema dell'accessibilità va - al di là delle appartenenze politiche".

Anche Egidio Sosio, disability manager del Comune di Bologna, vorrebbe da parte della Giunta "un'azione più incisiva. Mettiamo in campo delle risorse economiche. Se ci butti qualche risorsa (nel progetto - ndr) riesci a mettere insieme anche un team che ci lavora e costruisce così delle soluzioni realmente praticabili". (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento