Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Reno / Via Rotta

Discoteca Matis chiusa dal Questore: "Faremo ricorso al Tar, siamo rigorosi nei controlli"

'I documenti vengono chiesti, ma non è facile'. I soci del locale chiedono la sospensione del provvedimento e propongono due eventi alternativi: ingresso over 18 e una serata no-alcol: 'Salvaguardiamo posti di lavoro'

Foto Facebook

"Siamo rigorosissimi nei controlli e chiediamo a tutti i documenti all'ingresso", così Giorgio Passeri, uno dei soci della discoteca Matis che presenterà il ricorso al Tar per sospendere il provvedimento del questione che ha bloccato "l'intrattenimento danzante", così come stabilito dall'art 100 del T.U.L.P.S., ovvero, in questo caso, per somministrazione di alcolici a minorenni.

"Nel week-end abbiamo in programma due eventi molto importanti di aziende multinazionali, la Durex e la Red Bull, e sarebbe un grosso danno economico e di immagine, quindi abbiamo proposto di non permettere l'ingresso ai minori nella serata di venerdì 7 e una serata senza somministrazione di bevande alcoliche sabato 8". 

Il provvedimento del Questore di Bologna Vincenzo Stingone è valido per 10 giorni, quindi per il prossimo week-end, e ha senso se viene applicata ipso facto proprio per dare un segnale forte. La controproposta del Matis tende anche a "salvaguardare i posti di lavoro e la stabilità economica del locale", continua Passeri.

E le bevande alcoliche ai minori? "A 16 anni compiuti si ha diritto all'ingresso in una discoteca, come le ho detto, i documenti vengono chiesti a tutti e i controlli vengono effettuati da una ditta appaltatrice all'esterno del locale, ma non è facile, ma a volte i ragazzi sono irrefrenabili, scansionano i documenti di un maggiorenne e applicano la loro foto... E noi subiamo".

ART. 100 T.U.L.P.S. "Oltre i casi indicati dalla legge, il Questore può sospendere la licenza di un esercizio nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini, o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l'ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini. Qualora si ripetano i fatti che hanno determinata la sospensione, la licenza può essere revocata".“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteca Matis chiusa dal Questore: "Faremo ricorso al Tar, siamo rigorosi nei controlli"

BolognaToday è in caricamento