Coronavirus, Dismeco recupera ricambi per apparecchiature mediche

È un progetto sperimentale con Zero Waste Italy: intende intercettare le apparecchiature non in funzione o dismesse per ricavare ricambi utili alle istituzioni sanitarie, pubbliche o private

Ricambi pronti all'uso e sanificati recuperati da apparecchiature elettromedicali in disuso. È l'idea dell'azienda bolognese Dismeco, capofila, assieme a Zero Waste Italy, del progetto sperimentale 'MDre-Medical Device regeneration', mirato al recupero certificato di ricambi di apparecchiature elettromedicali inutilizzate o dismesse, utili per sopperite alle loro carenze durante le emergenze sanitarie, come quella da coronavirus.

Dismeco, premiata da Confindustria nel 2019 come 'Best performer dell'economica circolare', gestisce un impianto industriale di recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici a Marzabotto. Zero waste Italy è un'associazione no profit che si prefigge di promuovere le buone pratiche di riduzione, riparazione, recupero di prodotti e materiali.

In queste settimane è emersa la carenza di apparecchiature elettromedicali a disposizione, mentre ospedali e sanità pubblica dispongono di grandi quantità di apparecchiature elettromedicali datate ma ancora funzionali o non utilizzabili perché mancano i ricambi. Il Progetto "MDre" intende intercettare le apparecchiature non in funzione o dismesse per ricavare ricambi utili alle istituzioni sanitarie, pubbliche o private (dopo operazioni controllate e certificate di smontaggio selettivo e sanificazione). Questo progetto sperimentale, inoltre, se applicato su vasta scala, potrebbe portare a ridurre significativamente i costi di smaltimento per la sanità pubblica in quanto calmierato dalla rivendita dei pezzi di ricambi e dal ricavato dei materiali di risulta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto in stretta collaborazione con le case costruttrici anche allo scopo di individuare gli elementi di maggior valore da testare, certificare, selezionare, conservare e sanificare. Queste 'parti funzionanti', ipotizza Dismeco, potrebbero essere raccolte in un magazzino dedicato, gestito dalla Protezione civile o dalle istituzioni sanitarie interessate. Al progetto ha aderito anche l'Università di Bologna, con il dipartimento di Ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali, coordinato da Alessandra Bonoli. (Dire)

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 3 aprile: + 599 contagi e 91 morti

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

Coronavirus, l'Istituto Cattaneo: "In Emilia-Romagna ci sono molti più morti"

Coronavirus, nuova ordinanza: fine zona rossa a Medicina

Malati di tumore, il Covid non ferma Ant: "Aumento di richieste, noi alleggeriamo la sanità pubblica" 

Coronavirus, ecco i buoni spesa del Comune: da 150 e 600 euro, si richiedono dal 2 aprile

Coronavirus, nel reparto di terapia intensiva del Sant'Orsola: "L'emergenza continua" | VIDEO

Coronavirus, bimbo nato da mamma positiva. Intervista al neonatologo Fabrizio Sandri

Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio Elettra Lamborghini: tutti i dettagli della cerimonia a poche ore dal 'si'

  • Matrimonio da favola per Elettra Lamborghini: gli abiti da sposa, la torta e i fuochi d'artificio / LE FOTO

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • I Portici di Bologna sui barattoli di Nutella

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento