Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Documenti falsi per prendere il reddito di cittadinanza: 24 vergatesi intascano 170mila euro

I Carabinieri hanno appurato che alcuni lavoravano anche "in nero", ora dovranno restituire le somme percepite indebitamente

Dovranno rispondere di "indebita percezione del reddito di cittadinanza" 24 persone residenti a Vergato. I Carabinieri della stazione hanno scoperto "il trucco", ovvero la falsificazione dei moduli di richiesta del sussidio che ha permesso loro di intascare indebitamente 170mila euro. Si tratta di tredici italiani e undici stranieri, di età compresa tra i 22 e i 78 anni. 

Le 24 persone, oltre a essere segnalate alle autorità competenti per il recupero della somma complessiva di 170.000 euro, percepita illegalmente, dovranno rispondere di falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sull’identità o su qualità personali proprie o di altri e indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Considerato che alcuni soggetti percepivano il beneficio e lavoravano presso terzi "in nero", i Carabinieri fanno sapere che saranno svolti ulteriori accertamenti da parte del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Bologna.

“Ringrazio i Carabinieri in servizio presso la nostra stazione per l’indagine svolta - ha scritto in una nota il sindaco di Vergato, Giuseppe Argentieri - i militari dell’Arma si confermano sempre efficienti ed efficaci e rappresentano una grande risorsa per il nostro comune. Ritengo che questo genere di truffe siano inaccettabili ed altamente lesive per tutte le persone oneste che hanno necessità di essere aiutate e supportate in particolare in questo momento storico. Il danno non è solo economico, ma incrina anche la fiducia nel cittadino richiedente aiuto, fiducia che rappresenta un elemento imprescindibile nella strutturazione delle azioni di sostegno economiche da parte dei servizi ai cittadini che le richiedono”.

A fine aprile, con un'operazione congiunta Polizia e Guardia di Finanza di Bologna, erano state individuate altre 24 persone che avevano istruito le pratiche presso patronati convenzionati, dichiarando di essere residenti in Italia da più di 10 anni, un dei requisiti necessari per ottenere il contributo economico. 

"Facevo l'aiuto cuoco, ora prendo il reddito di cittadinanza. Do una mano alla società che mi aiuta a reinserirmi" | VIDEO

Reddito di cittadinanza, boom di richieste a Bologna e in Emilia-Romagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documenti falsi per prendere il reddito di cittadinanza: 24 vergatesi intascano 170mila euro

BolognaToday è in caricamento