menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bambini fuori dalla messa, Udc concorda con Chiesa: 'Educazione dimenticata'

Dopo l'ammonimento di Don Pane la politica rincara la dose: troppo chiasso anche nei luoghi pubblici, 'Basta bimbi allevati a tv e I-pod, i genitori educhino. Inutili poi lacrime per fatti gravi che trovano radice nella non controllata esuberanza infantile"

"Non tutto quello che è buono è opportuno che entri all'interno della chiesa e a maggior ragione nella liturgia", queste le parole di don Riccardo Pane, cerimoniere della curia di Bologna, nella sua rubrica sul settimanale 'Avvenire'. L'ammonimento del sacerdote è rivolto a genitori di bambini 'indisciplinati' e ai proprietari di animali, esortati a non portarli a messa, per non disturbare il raccoglimento in preghiera. Parole che hanno sollevato numerose polemiche tra i fedeli.

A rincarare la dose ci pensa la politica locale. E' l'Udc la prima a schierarsi in favore del 'Don-Pane-pensiero' ed a puntare il dito contro una dilagante carenza di educazione nei minori, addossando la colpa ai genitori 'moderni'. "Pienamente d'accordo con l'orientamento della Chiesa di invitare ad uscire i bambini rumorosi durante le funzioni religiose. - ha scritto in una nota Mauro Sorbi Consigliere Provinciale Udc - Chi critica questa da tempo auspicata decisione, forse, non frequenta molto i luoghi sacri e non capisce la necessità di raccoglimento, di silenzio".

"I bambini - prosegue Sorbi -  vengono allevati a televisione, i-pod, cellulari ed ad ogni altra fonte dispensatrice di musica e suoni sempre accesi, ed ignorano il sommo valore del silenzio e del rispetto delle orecchie e bisogni altrui. Bene ha fatto la Chiesa a porre l'accento sul fenomeno dilagante della maleducazione dei minori, occorre che la società, e specialmente chi è chiamato al ruolo genitoriale, riporti al giusto livello l'educazione".

Dalla chiesa ai luoghi pubblici, si sposta l'attenzione del consigliere che aggiunge: "Da tempo nei luoghi pubblici, sia questi chiese, ristoranti, mezzi di trasporto, si subisce costantemente come se fosse ineludibile, la tirannia di bambini i cui genitori si limitano a fare blandi richiami al silenzio, quando addirittura non dicono nulla al pargolo rumoroso. Mamme e papà, anziché scandalizzarsi di questi responsabili richiami della Chiesa, si accollino la
fatica di educare i propri figli".

BAMBINI BANDITI DA ALCUNI VOLI. "Davanti al dilagante fenomeno della maleducazione infantile, - ha esemplificato Sorbi  - alcune compagnie
aeree di rilevanza europea hanno attivato linee per soli passeggeri adulti, con elevato successo commerciale. Una ragione ci sarà! I minori vanno  tutelati e occorre che crescano consapevoli che a fianco dei diritti esistono dei doveri. Inutili poi le lacrime di coccodrillo dei genitori di fronte a un escalation di fatti sempre più gravi che trovano la loro radice nella non controllata esuberanza infantile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento