rotate-mobile
Cronaca Zola Predosa

Giacomo Venturi: grazie alle donazioni raccolte in sua memoria, via a progetto di cure palliative

Grazie alle "molte migliaia di euro" donate in memoria del vicepresidente della Provincia, come da volontà della famiglia, l'Ausl ha potuto finanziare il contratto di uno psicoterapeuta che si occuperà di supportare le famiglie dei pazienti e il personale medico durante la prima fase delle emergenze e poi nei successivi ricoveri

Grazie alle "molte migliaia di euro" donate in memoria di Giacomo Venturi, il vicepresidente della Provincia di Bologna scomparso il 4 ottobre in seguito ad un incidente stradale, l'Ausl ha potuto finanziare il contratto di uno psicoterapeuta che si occuperà di supportare le famiglie dei pazienti e il personale medico ed infermieristico durante la prima fase delle emergenze e poi nei successivi ricoveri. Lo annuncia una nota diffusa da Palazzo Malvezzi. Dopo la morte di Venturi, erano stati i suoi familiari a chiedere che eventuali donazioni fossero rivolte all'Ausl di Bologna per finanziare il progetto dedicato alle cure palliative.

Ad un mese di distanza, la somma raccolta consente di ottenere questo primo risultato, ma la raccolta dei fondi prosegue in modo da "consolidare" il percorso. Il progetto dell''Ausl, avviato sperimentalmente dall'inizio del 2014 all'ospedale Maggiore, è dedicato all''accompagnamento del paziente "nell'ultima fase della vita, quando tutti i trattamenti intensivi- ricorda la nota- non possono modificare l'esito infausto del percorso di malattia". A questo, spesso, sono chiamati i professionisti delle Rianimazioni coinvolti nelle fasi finali della vita di una persona e a scegliere l'assistenza più appropriata.

Obiettivo principale è introdurre anche in ospedale le cure palliative, per garantire la migliore qualità di vita possibile nella malattia, per il malato e per la famiglia. Con la raccolta fondi in memoria di Venturi si vuole contribuire allo sviluppo di alcuni fra gli obiettivi del progetto. In particolare, interessa sostenere l'accettazione e la consapevolezza, sia del paziente che della famiglia, della inguaribilità della malattia così da aiutare i ricoverati a vivere nel miglior modo possibile la fase terminale della vita.

Funerali Venturi: chiesa gremita, abbraccio corale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacomo Venturi: grazie alle donazioni raccolte in sua memoria, via a progetto di cure palliative

BolognaToday è in caricamento