rotate-mobile
Cronaca Bazzano

Donna incinta avvelenata dal compagno: è cosciente, ma resta in prognosi riservata

La donna, all'ottavo mese di gravidanza, è ricoverata nel reparto di rianimazione dell'Ospedale Maggiore

Sono stazionarie le condizioni della 45enne incinta che martedì scorso è stata avvelenata dal compagno a Bazzano, nel comune di Valsamoggia.

La donna, all'ottavo mese di gravidanza, è ricoverata nel reparto di rianimazione dell'Ospedale Maggiore e, come precisa Ausl, è cosciente. Dell'avvelenamento è accusato il compagno, di 10 anni più giovaneLa donna, all'ottavo mese di gravidanza, è ricoverata nel reparto di rianimazione dell'Ospedale Maggiore, che aveva versato una sostanza tossica, probabilmente un prodotto per lavastoviglie, in una bevanda. 

La Procura gli contesta il reato di "lesioni gravissime" e, da quanto si apprende, l'uomo avrebbe agito perchè la gravidanza della donna lo aveva gettato in uno stato di angoscia e temeva che il nascituro potesse avere problemi di salute. L'uomo, che non aveva mai manifestato segni di squilibrio ed era in buoni rapporti con la compagna. 

CONDIZIONI DELLA DONNA E DEL FIGLIO. Resterà in prognosi riservata "ancora per qualche giorno, per vedere come evolvono le lesioni che ha subito e valutare eventuali complicanze", aveva detto il primario di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore e anche le condizioni del bambino non appaiono problematiche, ma resta da capire "se potranno esserci altre lesioni" oltre a quelle già provocate dall'ingestione della sostanza tossica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna incinta avvelenata dal compagno: è cosciente, ma resta in prognosi riservata

BolognaToday è in caricamento