Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il covid non ferma le donne: il 25 in piazza per la giornata contro la violenza

L'appuntamento è per mercoledì 25 in piazza dell'Unità

 

"Se ci fermiamo noi, si ferma il mondo" questo lo slogan della manifestazione in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, mercoledì 25 novembre. Il movimento femminista non si ferma e organizza un presidio in piazza dell'Unità. L'appuntamento è fissato per le 17:30, nonostante il divieto di ogni evento e manifestazione nel centro storico di Bologna, indetto dal sindaco Virginio Merola per contenere la diffusione della Covid-19.

"Il nostro sarà un presidio statico fuori dal centro, nella autotutela collettiva, distanziati e con mascherina, perché sentiamo la responsabilità politica di scendere in piazza a maggior ragione guardando all'aumento delle violenze in questi mesi", dice un'attivista, spiegando che, dunque, tutto si svolgerà nel rispetto delle norme anti coronavirus.

"Vogliamo urlare la nostra rabbia e denunciare che queste violenze non sono fatti isolati, ma sono l'espressione più feroce di quella che ci colpisce tutti i giorni in diverse forme, e che questa pandemia sta esasperando - scrive in una nota Non una di meno - vogliamo rendere visibili tutte quelle condizioni che stanno venendo invisibilizzate dalla gestione dell'emergenza sanitaria in corso. Oltre che alla presenza fisica, la piazza di Nudm vuole essere "trasversale" e così si apre a chi non potrà esserci di persona. "Prevediamo anche la possibilità di partecipare simbolicamente per chi, per varie ragioni, non può scendere in piazza - spiega l'attivista - ad esempio usando i social come strumento di partecipazione e come già fatto per l'8 marzo". 

(Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento