rotate-mobile
Cronaca Savena / Via Milano

Droga e denaro in casa: minacce e pugno in faccia al Carabiniere

Due uomini e una donna sono finiti nei guai tra spintoni, minacce e insulti

I Carabinieri della Stazione Bologna San Ruffillo, nel corso di un servizio anti-droga, hanno denunciato due uomini e una donna: un cittadino tunisino 47enne, disoccupato e incensurato; un 37enne di origini napoletane, noto alle forze di polizia, e una donna, cittadina peruviana, 46enne. Il primo è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la coppia è accusata del reato di resistenza a pubblico ufficiale. Il 37enne napoletano è indagato anche del reato di lesioni personali per aver sferrato un pugno al volto ad un Carabiniere. 

Tutto è successo nel tardo pomeriggio, quando i militari in via Milano, quartiere Savena, hanno notato i due uomini fermi sul ciglio della strada vicino ad un’autovettura rimasta in panne. Il 37enne si è dimostrato insofferente al controllo. L'atteggiamento ha quindi insospettito i Carabinieri che hanno deciso di perquisire l’abitazione, dove l'uomo convive con la 46enne e all’amico tunisino.

L'intervento della pattuglia è stato "condito" da minacce e ingiurie e, mentre uno dei militari si trovava davanti la porta della camera da letto, la donna, nel cercare di entrare al suo interno con la forza ha strattonato il militare afferrandolo per la divisa. A quel punto è intervenuto anche il compagno, che ha sferrato in pieno volto un pugno al militare.

Con non poca fatica e con l’ausilio di un’altra pattuglia, i militari sono riusciti a riportare la calma all’interno dell’abitazione e a effettuare la perquisizione. All’interno della camera da letto, in uso al 47enne straniero, è stata rinvenuta droga, nello specifico 3 ovuli più alcuni frammenti di hashish, complessivamente del peso pari a 135 grammi, nascosti nel comodino, mentre dentro l’armadio, i militari hanno recuperato cocaina, per un peso complessivo pari a 0,40 grammi, oltre a denaro contante pari a 2.575 euro, suddiviso in banconote di vario taglio. In merito alla detenzione della sostanza stupefacente, il tunisino si è giustificato riferendo di essere per uso personale e di volerlo portare in Tunisia in quanto lì l’hashish è molto costoso. 
Dopo le formalità di rito, i due uomini e la donna sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, mentre la droga e il denaro sono stati sequestrati.

Sempre i Carabinieri, alcuni giorni fa hanno arrestato un 42enne per spaccio: all'interno di un sottotetto della sua camera da letto sono stati trovati quasi 6 chili di cocaina

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e denaro in casa: minacce e pugno in faccia al Carabiniere

BolognaToday è in caricamento